Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Mercato PS europeo sotto pressione per stirene in calo

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 13/01/2015 (11:00)
Il trend ribassista ha acquisito velocità nei mercati europei di PS, dove i prezzi stanno registrando per un altro mese consecutivo diminuzioni a tre cifre, spinti in ribasso dai costi delle materie prime. Il contratto dello stirene è stato chiuso con forti diminuzioni di €290/ton su dicembre a causa dei costi in calo del petrolio, mentre il contratto del butadiene è stato chiuso in calo di €100/ton a gennaio.

Dopo la chiusura del monomero, l’impatto dei mercati in calo del petrolio si è sentito anche sui prezzi spot dello stirene, poiché i future del petrolio Brent sono scesi sotto la soglia dei $50/barile durante il trading infragiornaliero il 12 gennaio. I prezzi spot dello stirene su base FOB NWE sono crollati di $140/ton sulla settimana, infrangendo la soglia dei $800/ton il 9 gennaio. Di conseguenza i buyer di PS hanno assunto un atteggiamento di attesa per ora, ritenendo che nuove diminuzioni siano possibili, anche se i prezzi hanno registrato diminuzioni più forti rispetto a dicembre.

Un produttore del sud Europa ha annunciato ribassi di €170/ton sui prezzi del PS di gennaio in Italia. Una fonte di un produttore ha detto "La domanda è buona per ora. Non pensiamo di concedere l’intera diminuzione del monomero di €290/ton, ma i prezzi potrebbero scendere ancora durante il mese e le diminuzioni potrebbero raggiungere i €200/ton".

I prezzi spot iniziali di PS dal nord Europa sono emersi con ribassi fino a €200/ton su dicembre in Italia. Un distributore ha commentato "Non stiamo ricevendo richieste di prezzo in questi giorni perché i buyer sono alla finestra, a causa delle voci di nuovi ribassi per febbraio". Infatti i buyer non hanno fretta di acquistare, nonostante i ribassi a tre cifre, ritenendo che il mercato del PS abbia ancora spazio per diminuire.

Un produttore di packaging ha riportato "Abbiamo ricevuto le nuove offerte di PS in calo di €200/ton su dicembre, ma ci aspettiamo diminuzioni di almeno €250/ton sulle trattative. Stiamo spingendo per ridurre il gap tra GPPS e HIPS, considerati i costi in calo del butadiene, ma i produttori stanno mantenendo il premio dell’HIPS sul GPPS a circa €80-90/ton".

Diminuzioni simili sono state registrate per il PS nel nord Europa, dove questa settimana i prezzi spot superiori ai €1400/ton sono scomparsi. Un distributore in Germania sta abbassando i prezzi di PS di €200/ton all’inizio di gennaio, ma non ha escluso la possibilità di nuove diminuzioni durante il mese. Il venditore ha commentato "I buyer sono inattivi a causa dei costi in calo del petrolio. Crediamo che i mercati delle materie prime possano restare in calo nel medio termine". Un altro distributore in Francia ha detto "Abbiamo ridotto le offerte di PS di €200/ton, ma abbiamo ancora difficoltà nel chiudere le trattative. Il mercato è calmo perché i buyer si aspettano ulteriori ribassi di €50/ton nelle prossime settimane".

Un buyer della Germania ha confermato che un produttore di PS del nord Europa ha annunciato diminuzioni di €200/ton per gennaio, ma ha affermato di voler negoziare per ottenere ulteriori ribassi a causa del mercato debole dello stirene. Un compoundatore ha aggiunto "Siamo alla finestra per ora, perché riteniamo che i prezzi di PS possano diminuire ancora a febbraio. Seguiremo i mercati delle materie prime e decideremo se acquistare dei volumi nella seconda metà di gennaio o se posticipare gli acquisti a febbraio".
Prova Gratuita
Login