Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

ABS europeo vede forti aumenti sulla scia dei costi

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 08/04/2019 (10:33)
In Europa, il mercato dell’ABS ha registrato forti aumenti per via del rialzo dei costi dei feedstock. Tuttavia, i player stanno discutendo riguardo l’entità degli aumenti che potrà essere assorbita dal mercato, considerando la domanda debole e l’offerta ampia.

Rialzi fino a tre cifre dai produttori europei

Trinseo e Ineos hanno annunciato aumenti di €90-95/ton sui loro prezzi di ABS a seguito del rialzo dei contratti dei feedstock. I contratti di stirene, butadiene e benzene di aprile sono stati siglati con aumenti rispettivamente di €97.50/ton, €40/ton e €82/ton.

Un produttore sud europeo ha applicato aumenti più forti pari a €100/ton, puntando alle interruzioni di produzione nella regione e alla necessità di recuperare i margini.

Trend rialzista si rinforza ad aprile

Gli aumenti guidati dai costi hanno spinto al rialzo i prezzi spot dell’ABS ai livelli più alti da novembre 2018, secondo la media settimanale del Price Index di ChemOrbis.



I fornitori di ABS hanno dovuto rivedere le loro offerte iniziali di marzo, dopo che avevano richiesto annunciato aumenti €75/ton, quando i contratti dello stirene di marzo erano stati siglati in rialzo di €60/ton.

I forti aumenti indeboliscono l’interesse all’acquisto

Essendosi assicurati delle scorte a marzo, i trasformatori non hanno fretta di acquistare e sono per lo più inattivi, con aspettative di ottenere degli sconti sulle offerte attuali.

I livelli delle scorte dei buyer determineranno se saranno ottenibili degli sconti nei prossimi giorni. Inoltre, la domanda potrebbe restare debole per via delle festività pasquali e di altre festività nazionali verso la fine del mese.

Il fatto che la domanda per la maggior parte delle applicazioni di ABS sia rimasta scarsa è stato citato come un altro motivo alla base della resistenza dei buyer di pagare aumenti significativi.

Un estrusore di lastre ha commentato, “Abbiamo scorte sufficienti e potremmo decidere di evitare gli acquisti, data la scarsa domanda di prodotto finito. L’entità degli aumenti richiesti dai venditori sta scoraggiando gli acquisti”.

Secondo i player, i fornitori potrebbero rivedere i loro obiettivi di aumenti nei prossimi giorni, come già accaduto il mese scorso.

Un distributore ha commentato, “L’offerta di materiale è ancora ampia nonostante alcune interruzioni di produzione mentre la domanda potrebbe restare debole per via delle festività. Potrebbero passare aumenti più contenuti pari a €70-80/ton sulle trattative di ABS questo mese”.

Le importazioni in Italia restano competitivi nonostante gli aumenti

Intanto, le nuove offerte d’importazione dalla Corea del Sud hanno registrato aumenti ma restano ancora competitive rispetto alle offerte domestiche. Le offerte di ABS sud coreano si posizionano ben al di sotto dei range di prezzo locali.

Alcuni trader che offrono carichi d’importazione hanno commentato di essere aperti alle negoziazioni in caso di conferme d’ordine, considerando la debolezza della domanda.
Prova Gratuita