Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri - Europa Settembre 2015

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 29/09/2015 (17:10)
Mese: Settembre 2015
€/ton €/ton
Polimero MinMax
EPS13501460
PA 614801750
PA 6,6 22502450
PC 21502400
SAN 17802150
PBT19002200
POM 13001450
PMMA 2100 2500


I prezzi di EPS, PA6, PC e SAN hanno registrato diminuzioni a tre cifre a settembre, spinti in ribasso dai mercati delle materie prime in calo, mentre i prezzi di PA 6,6, POM, PBT e PMMA hanno seguito per un altro mese un trend stabile.

Nonostante i tentativi iniziali dei venditori di mantenere i prezzi di PC invariati, le offerte di settembre hanno subito pressione ribassista dal contratto del benzene, che ha chiuso con un forte calo di €260/ton su agosto, oltre alle offerte asiatiche in diminuzione. Le offerte asiatiche con e senza dazio sono scese a €2400-2500/ton a inizio settembre, in linea con i prezzi europei. Tuttavia, i prezzi di PC hanno registrato ulteriori diminuzioni a fine mese, con un calo complessivo di €200-250/ton su agosto. Per quanto riguarda le notizie di produzione, SABIC fermerà l’impianto di PC per 75 gg. per manutenzione programmata a ottobre.
I prezzi di PA6 hanno registrato forti ribassi di €200-220/ton per settembre, per lo più dovuti ai costi del benzene in calo e al rallentamento della domanda dal settore della filatura. Nonostante la disponibilità ridotta di un produttore del Sud Europa in seguito a una manutenzione, il PA6 era sotto pressione ribassista dall’offerta ampia sul mercato. I minimi dei range hanno registrato diminuzioni più ampie questo mese, in quanto sono state riportate più offerte dai trasformatori che sono rientrati sul mercato dopo la pausa estiva. I prezzi di PA 6,6 sono rimasti invariati per l’offerta corta. Per ottobre, il contratto del benzene è atteso in leggero calo e potrebbe esercitare pressione ribassista sul PA6 considerando la sua disponibilità più ampia. Intanto, il PA 6,6 è atteso per lo più stabile per l’offerta più corta, tuttavia non si escludono leggeri aggiustamenti per ottobre considerando l’ampio premio sul PA6.

I prezzi di EPS e SAN hanno registrato diminuzioni a tre cifre per settembre dopo la chiusura dei contratti di benzene e stirene, rispettivamente in calo di €260/ton e €100/ton. L’offerta di EPS era per lo più bilanciata con la domanda, anche se i player hanno riportato una disponibilità ridotta da un produttore dell’est Europa e da un produttore del nord Europa. Un distributore ha ricevuto delle richieste per carichi dal nord Europa, ma ha affermato che l’interesse all’acquisto rimane calmo, considerando che il mercato è in leggera contrazione. A fine settembre, la maggior parte dei venditori ha concesso l’intero calo del monomero di 100€/ton sulle offerte di EPS, tuttavia è stato riportato ancora qualche prezzo con diminuzioni più contenute, di €80-90/ton da un produttore del nord Europa che aveva disponibilità ridotta. Un distributore a inizio settembre aveva scorte piuttosto limitate di carichi dall’est Europa, in quanto il fornitore non stava consegnando materiale per il mese a causa di problemi di produzione all’impianto in Repubblica Ceca. Secondo quanto riportato, il produttore dell’est Europa avrebbe ripreso la produzione nella seconda metà di settembre e le consegne sarebbero ripartite verso fine mese. I buyer hanno confermato che le offerte dall’est Europa erano per lo più assenti e non competitive per i gradi standard, mentre la disponibilità dei gradi autoestinguenti era leggermente più ampia. I trasformatori hanno acquistato per lo più su necessità a settembre, prendendo una posizione di attesa in vista di possibili ribassi ad ottobre. Secondo i player, i costi del petrolio e delle materie prime indicherebbero un nuovo giro di forti diminuzioni per il mese prossimo. Alcuni si attendono diminuzioni tra €100-120/ton sullo stirene e di €80-100/ton sull’EPS.

I prezzi di SAN hanno registrato un trend simile, emergendo con sconti di €70-80/ton prima di registrare diminuzioni più forti, di €100-120/ton su agosto. Un trasformatore ha osservato che i fornitori asiatici hanno iniziato a concentrarsi sui mercati europei, in quanto nell’ultimo anno un fornitore della Corea del Sud sta consegnando regolarmente carichi di SAN. Secondo il buyer, l’outlook è ribassista per ottobre in quanto i venditori sembrano essere propensi a concedere sconti. Per ottobre, il contratto del butadiene ha chiuso in calo di €25/ton e i player non si aspettano cambiamenti significativi nell’atteso contratto del benzene. Tuttavia, si attendono diminuzioni a tre cifre sul contratto dello stirene per un altro mese.

Nel mercato dei contratti, i prezzi di PMMA sono rimasti invariati nel trimestre luglio-settembre. Tuttavia, i trasformatori non escludono leggere riduzioni per l’ultimo trimestre, indicando i costi in calo dell’MMA e la pressione ribassista delle importazioni dall’Asia. Un distributore ha applicato leggeri sconti per settembre nel mercato spot per i costi delle materie prime in ribasso, ma ha commentato che il trend è generalmente stabile.

I prezzi di PBT e POM erano stabili a settembre sia per le origini asiatiche che per le origini europee. I player si attendono rollover per ottobre.

I range di prezzo includono un costo medio di trasporto al magazzino del cliente, dazi quando applicabili, mentre l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita
Login