Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri - Europa Giugno 2016

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 28/06/2016 (15:36)

Mese: Giugno 2016
€/ton €/ton
Polimero MinMax
EPS13201380
PA 615001700
PA 6,6 21102300
PC 21002400
SAN 16501880
PBT18702200
POM 13001450
PMMA 2050 2400


I prezzi di PC hanno seguito un trend stabile per un altro mese a giugno. Un venditore ha riportato che i produttori europei miravano ad aumenti, ma ha aggiunto che la presenza di offerte competitive per origini della Corea del Sud nel mercato delle importazioni sta contenendo possibili rialzi sui prezzi in Europa. I player hanno riportato offerte sotto i €2100/ton per origini dell’Asia. L’offerta è buona ma la domanda è ancora debole. L’outlook per il prossimo mese è stabile.

Nel mese di giugno, i prezzi di PA6 e PA6,6 sono rimasti per lo più invariati. Il contratto del benzene di giugno è stato chiuso con una diminuzione di €27/ton su maggio a €572/ton. Il contratto del caprolattame di maggio in Europa è stato annunciato a rollover su aprile, a causa della crescita della domanda e della riduzione dei livelli di offerta nel mercato dovuta ad alcuni fermi impianto per manutenzione attuali e futuri. Il contratto iniziale del caprolattame di giugno è stato invece annunciato da rollover a in calo di €5-10/ton. I player hanno riportato che l’offerta ampia per il PA6 ha portato ad una riduzione del gap tra i costi del caprolattame e i prezzi del nylon 6. Alcuni venditori hanno riportato che sono disponibili offerte competitive sotto i €1500/ton da un produttore della Corea del Sud. Dei buyer hanno riportato di aver ottenuto piccole riduzioni di €20/ton sulle trattative chiuse a giugno rispetto a maggio dopo aver negoziato con i loro fornitori. La disponibilità di PA6 e PA6,6 resta ampia per entrambi i prodotti sebbene alcuni player abbiano osservato una piccola diminuzione dell’offerta di PA6,6 a causa di alcune manutenzioni. L’interesse all’acquisto è buono, mentre un buyer ha affermato che la domanda per i suoi prodotti finiti nei primi sei mesi dell’anno è salita del 17-18% rispetto al 2015, soprattutto dall’estero, e si aspetta che cresca ulteriormente durante il 2016. Non è atteso nessun grande cambiamento per luglio, e l’outlook è per lo più stabile.

I prezzi di SAN sono emersi con aumenti di circa €40/ton all’inizio del mese per le origini europee, dopo che il contratto dello stirene è stato chiuso in rialzo di €60/ton su maggio, ma le trattative sono state chiuse per lo più a rollover sul mese a fine giugno. I player hanno confermato la presenza di offerte competitive per i carichi dall’Estremo Oriente. La domanda è stata buona e non è stato riportato nessun problema riguardante l’offerta. Per luglio, l’outlook è ribassista, poiché il contratto dello stirene è atteso con diminuzioni che dovrebbero essere riflesse sui prezzi di SAN.

I prezzi di EPS sono emersi da stabili a in rialzo di €10-20/ton su maggio. All’inizio del mese i buyer avevano riportato richieste di aumento più forti dopo la chiusura del contratto dello stirene. I buyer hanno acquistato solo secondo necessità, affermando che hanno intenzione di aspettare luglio, quando credono che i prezzi verranno annunciati in calo. La domanda è molto debole, mentre l’offerta di EPS soddisfacente. I player hanno riferito che la disponibilità di EPS non è stata colpita dagli scioperi in Francia all’inizio del mese. L’outlook è ribassista per luglio e il contratto dello stirene potrebbe emergere con diminuzioni fino a tre cifre.

I prezzi di PMMA hanno seguito un trend stabile per un altro mese a giugno, con i prezzi trimestrali che sono stati confermati dai produttori. I player hanno osservato che i costi del monomero stanno crescendo in Europa, affermando che questo potrebbe aprire la strada a richieste di aumento sui prezzi di PMMA nell’ultimo trimestre dell’anno. Le dinamiche di domanda e offerta sono bilanciate. L’outlook è per lo più stabile.

I prezzi di POM e PBT non hanno registrato grandi cambiamenti nei primi sei mesi dell’anno. L’offerta è soddisfacente e la domanda regolare. L’outlook per luglio è stabile.
Prova Gratuita
Login