Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri - Europa Ottobre 2017

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 02/10/2017 (13:59)

Mese: Settembre 2017
€/ton €/ton
Polimero MinMax
EPS15401610
PA 621502300
PA 6,6 27002850
PC 25002600
SAN 19102050
PBT20002200
POM 14501550
PMMA 2600 2750


I prezzi di EPS hanno registrato forti rincari di €190-200/ton rispetto ad agosto, sostenuti dal contratto dello stirene di settembre siglato in rialzo di €190/ton. Il range complessivo indica aumenti di €210/ton rispetto ad agosto in quanto alcuni player hanno riportato che un produttore dell’est Europa aveva applicato incrementi di €50/ton a fine agosto e altri rincari di €190/ton a settembre. È stata riportata un’offerta limitata di EPS a causa di problemi di disponibilità nella regione e le interruzioni dei trasporti tra la Germania e l’Italia in seguito alla chiusura di una linea ferroviaria nel sud della Germania. Un buyer ha riportato che un fornitore del nord Europa ha già chiuso gli ordini di ottobre perché hanno poco materiale. Total ha ripreso la produzione all’impianto di stirene di Gonfreville, Francia ma ha prolungato la forza maggiore sulla fornitura di stirene a causa degli scioperi in Francia e delle interruzioni ferroviarie in Europa. Secondo fonti di mercato, Synbra ha dichiarato forza maggiore sulle consegne di EPS in Italia e Svizzera dal 20 settembre per motivi logistici in seguito alla chiusura della linea ferroviaria nel sud della Germania. Per ottobre, i player si attendevano un calo a tre cifre sul contratto dello stirene, che è stato siglato venerdì in ribasso di €110/ton in linea con le attese. Intanto, la disponibilità corta di EPS potrebbe contenere l’entità delle diminuzioni per ottobre.

I prezzi di PA6 erano da stabili a in calo di €100/ton su agosto mentre i prezzi di PA 6,6 sono rimasti invariati per un altro mese. La disponibilità corta e la buona domanda hanno sostenuto i prezzi di PA 6,6 di settembre. I livelli dell’offerta sono stati condizionati dai ritardi di consegna a causa delle interruzioni ferroviarie dalla Germania all’Italia e alla Svizzera oltre ai diversi fermi impianto negli USA in seguito all’uragano Harvey. Il contratto di ottobre del butadiene è stato siglato in rialzo di €125/ton a €900/ton, mentre il contratto del caprolattame di settembre è stato chiuso a rollover in Europa. Nel breve termine, i player si attendono degli aumenti a fine anno per l’offerta corta e i costi in aumento. Tuttavia, si dovrà tener conto anche della domanda solitamente in calo verso la fine dell’anno.

Le compravendite di PC sono state chiuse a rollover per un altro mese a settembre, sostenute dall’offerta corta. I player stanno riportando ancora tempi di consegna lunghi tra le 14 e le 24 settimane dai produttori europei e molti distributori stanno ricevendo materiale a 4-5 mesi di distanza dai loro ordini. Un trader ha osservato: “Abbiamo sentito che la disponibilità di PC resterà corta a ottobre e pensiamo che i prezzi possano raggiungere la soglia di €3000/ton a inizio 2018 per la mancanza di materiale”. L’outlook di ottobre suggerisce un trend da stabile a in rialzo per l’ultimo trimestre del 2017 a causa della disponibilità limitata e le interruzioni ferroviarie in Europa che hanno allungato i ritardi di consegna. La linea ferroviaria dovrebbe tornare operativa dal 2 ottobre.

I prezzi di PBT e POM erano invariati su agosto. La domanda è migliorata dopo la pausa estiva. I venditori hanno riportato che la disponibilità è regolare e bilanciata con la domanda. Le richieste sono buone in particolare dal settore automotive. L’outlook di ottobre è stabile.
I prezzi spot di PMMA sono stabili sul mese scorso mentre i prezzi trimestrali sono stati chiusi con incrementi a tre cifre su giugno. I buyer hanno riportato che i fornitori di PMMA stanno consegnando volumi limitati e che non stanno fornendo allocazioni extra. L’uragano Harvey negli USA e le interruzioni ferroviarie in Europa hanno aggravato i problemi di offerta. L’offerta corta di PMMA potrebbe spingere i venditori a chiedere altri aumenti nell’ultimo trimestre dell’anno.

I prezzi di SAN hanno registrato aumenti iniziali di €160/ton a settembre, sostenuti dai forti aumenti sul contratto dello stirene di settembre. Tuttavia, alcuni venditori hanno rivisto le richieste iniziali di aumento durante il mese e quindi erano raggiungibili livelli leggermente più bassi verso fine mese. Le dinamiche di domanda e offerta erano bilanciate nel mercato spot. Le attese rialziste per ottobre sono scomparse nella seconda metà di settembre in linea con le correzioni in ribasso del mercato spot dello stirene e le attese di un calo a tre cifre sul contratto di ottobre.

I range di prezzo includono un costo medio di trasporto al magazzino del cliente, dazi quando applicabili, mentre l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita
Login