Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri - Europa Gennaio 2017

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 31/01/2017 (15:54)


Mese: Gennaio 2017
€/ton €/ton
Polimero MinMax
EPS13801490
PA 617501850
PA 6,6 22502400
PC 22002350
SAN 17001850
PBT18702200
POM 13501450
PMMA 2200 2450


I prezzi di EPS hanno registrato un altro giro di forti aumenti a gennaio, sostenuti dai costi in rialzo. I buyer hanno accettato di pagare prezzi più alti per lo stirene in aumento, con incrementi di €80-110/ton su dicembre. La domanda di PS è stata buona a gennaio in quanto alcuni trasformatori hanno acquistato volumi extra per evitare ulteriori aumenti a febbraio. Fonti di mercato hanno riportato che un produttore europeo ha chiuso gli ordini di gennaio nella seconda metà del mese. Le attese di febbraio indicano altri rincari di almeno €50-60/ton sull’EPS e incrementi fino a €150/ton sul contratto dello stirene.

I prezzi di PA6 e PA 6,6 hanno iniziato il 2017 su una nota rialzista, sostenuti dai mercati dei monomeri in aumento a gennaio. I player del PA6 hanno riportato incrementi massicci tra i €150/ton e i €250/ton sulle trattative di gennaio, in particolare nella seconda metà del mese. I player hanno riportato qualche compravendita di PA6 sotto i €1750/ton nei primi giorni di gennaio, ma questi livelli sono scomparsi dal mercato nella seconda metà del mese per i costi in aumento. Anche i prezzi di PA6,6 hanno registrato forti rincari di €100-200/ton e i prezzi sotto i €2250/ton sono spariti a fine gennaio per le stesse ragioni. I buyer sono stati cauti con gli acquisti, tuttavia erano consapevoli delle materie prime in rialzo. Molti di loro sono stati costretti ad acquistare a gennaio dopo aver chiuso il 2016 con le scorte basse. I venditori si attendono un altro giro di aumenti a tre cifre sul contratto del benzene di febbraio, mentre il butadiene è stato siglato in rialzo di €460/ton su gennaio. Intanto, il contratto del caprolattame di gennaio è stato riportato in aumento di €210-250/ton. I player si attendono ulteriori incrementi di €150/ton sul PA6 a febbraio mentre il PA6,6 potrebbe registrare persino aumenti più forti di €200/ton per stare al passo con gli aumenti sui prezzi di PA 6.

I principali produttori di PC hanno annunciato incrementi fino a €220/ton a gennaio, in seguito alla chiusura del contratto del benzene in rialzo di €175/ton. I player pensano che tali aumenti saranno assorbiti dal mercato durante il primo trimestre del 2017, indicando il miglioramento della domanda e l’offerta ridotta di alcuni produttori. I prezzi spot del PC hanno registrato incrementi di €50-80/ton a gennaio per i costi in rialzo. Un distributore ha riportato che il suo fornitore del nord Europa potrebbe avere poca disponibilità nei prossimi mesi in quanto sta ritardando i tempi di consegna del PC. Il venditore ha osservato che l’offerta più corta potrebbe attirare la domanda e i prezzi potrebbero registrare altri rincari a febbraio. Le attese di febbraio indicano altri aumenti, considerando che i costi spot del benzene hanno registrato una notevole salita di circa $240-245/ton rispetto a inizio gennaio.

I prezzi del SAN hanno registrato un altro giro di aumenti a gennaio. Le origini europee sono incrementate di €50/ton nel mercato spot mentre solo in qualche caso sono stati riportati aumenti più forti di €80/ton. Intanto, il materiale asiatico ha registrato rincari anche più forti fino a €100/ton, sostenuti dalla disponibilità corta e i costi in rialzo. I player hanno riportato che vi sono state meno importazioni verso l’Europa, indicando che i fornitori della Corea del Sud avevano netback migliori in Cina. I distributori hanno riportato che i player erano scioccati dai nuovi prezzi dall’Asia, considerati troppo alti. Di conseguenza, l’interesse all’acquisto si è spostato verso il mercato locale. Le offerte nazionalizzate di materiale taiwanese sono state riportate a 1900€/ton su base FD Italy, pagamento 60 gg., dazio doganale al 6.5%, per gennaio. Le attese di febbraio indicano altri aumenti in quanto entrambi i contratti di benzene e stirene potrebbero registrare altri incrementi a tre cifre.

I prezzi di PBT sono rimasti stabili per un altro mese. La domanda era debole nei primi giorni del mese per le Festività. Tuttavia, l’attività di acquisto è migliorata nella seconda parte del mese in quanto i buyer hanno iniziato il 2017 con le scorte basse e sono tornati sul mercato per rifornirsi.

I prezzi del POM erano invariati anche a gennaio nonostante le voci di aumenti. I prezzi sotto i €1350/ton sono scomparsi dal mercato in linea con le importazioni ridotte verso l’Europa. I player hanno riportato che alcuni fornitori hanno alzato i prezzi di €50/ton a gennaio indicando i costi in rialzo. Tuttavia, gennaio è stato un mese più corto in termini di giorni lavorativi e la maggior parte dei distributori hanno venduto ancora le scorte di dicembre a livelli stabili. Per questa ragione, i player si attendono che gli aumenti si vedranno solo sulle trattative di febbraio.

I prezzi di PMMA hanno registrato forti incrementi di €100-150/ton a gennaio, sostenuti dai costi in aumento. I prezzi sotto i €2200/ton sono scomparsi dal mercato. I player hanno riportato che il contratto dell’MMA per gennaio è stato siglato in rialzo di €150/ton in Europa. I venditori hanno indicato l’offerta globale corta del monomero MMA e della gomma come ragioni principali del trend in aumento. Le compravendite spot di materiale europeo sono state riportate a €2200-2400/ton, con incrementi di €100/ton su dicembre. Intanto, i prezzi import hanno registrato dei rincari maggiori, di almeno €150/ton, raggiungendo i livelli europei. Un distributore ha riportato che i prezzi nazionalizzati si attestavano a €2200-2400/ton FD Italia per il materiale dalla Corea del Sud e a €2400/ton FD Italia per materiale taiwanese, con dazio 6.5%. Nel mercato dei contratti trimestrali, i prezzi dai fornitori europei sono incrementati di €150/ton rispetto all’ultimo trimestre del 2016. I player hanno osservato che la disponibilità corta di monomero sta sostenendo un trend in aumento per il primo trimestre, che potrebbe durare anche in seguito.

I range di prezzo includono un costo medio di trasporto al magazzino del cliente, dazi quando applicabili, mentre l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita
Login