Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Ancora aumenti nei mercati asiatici dell'ABS, Europa segue il trend

  • 05/12/2017 (12:47)
In Asia i mercati asiatici dell’ABS hanno risposto al trend in salita di petrolio e stirene a inizio novembre. Anche se il trend rialzista era inizialmente supportato dalla domanda reale, anche i fermi impianto per manutenzione hanno supportato l’atteggiamento rialzista dei venditori asiatici.

Nelle ultime settimane il mercato cinese dell’ABS è leggermente aumentato per le offerte in rialzo in vista dell’avvicinarsi del Natale e del Capodanno cinese, mentre i buyer nel Sudest Asiatico continuano a fare resistenza agli aumenti sull’ABS.

Secondo il Price Index di ChemOrbis, i prezzi di importazione dell’ABS sono aumentati di oltre $100/ton in media sia in Cina che nel Sudest Asiatico da quando sono iniziati gli aumenti. I prezzi dello stirene e l’offerta limitata da parte dei produttori regionali hanno aperto la strada agli aumenti registrati finora. Una fonte di un produttore tailandese ha riportato "Non abbiamo allocazioni da offrire ai mercati dell’export per il momento".

Dopo aver registrato diminuzioni negli ultimi tre mesi, anche il mercato europeo dell’ABS ha cambiato direzione questa settimana, sull’onda dei costi in rialzo delle materie prime e dei mercati asiatici. Le attese di aumento per dicembre hanno incoraggiato i buyer europei a impegnarsi nelle attività di pre-buying a novembre, portando a una disponibilità ridotta di ABS.

Prima delle chiusure dei monomeri, un distributore ha riportato "La disponibilità non è ampia perché i nostri fornitori stanno evitando di dare allocazioni extra e i tempi di consegna sono più estesi. I prezzi di ABS potrebbero aumentare a dicembre dopo tre mesi di diminuzioni".

Alla fine della scorsa settimana il contratto dello stirene di dicembre è stato siglato con un aumento di €95/ton, in linea con le aspettative. La ragione principale dietro l’aumento del contratto è l’avvicinarsi di alcune manutenzioni programmate sulle unità di stirene dei maggiori produttori, previste per il primo trimestre del 2018. Dopo la chiusura del monomero, gli annunci da Ineos Styrolution e Trinseo sono arrivati con aumenti rispettivamente di €75/ton e di €60/ton, superando le attese del mercato, concentrate per lo più su un incremento di €40/ton per dicembre, considerando il mese corto a causa delle festività natalizie.

L’atteggiamento rialzista dei venditori asiatici ha influito anche sul mercato dell’import della Turchia, in aumento di circa $50/ton in media dall’inizio di novembre, secondo il Price Index di ChemOrbis.
Prova Gratuita