Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Ancora in calo il PVC dall’America nei mercati del Medio Oriente

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 05/04/2019 (11:12)
Il PVC dagli USA ha aperto aprile con un trend in notevole calo a causa dello scarso interesse all’acquisto calmo dalle destinazioni dell’export, soprattutto dai mercati del Mediterraneo inclusi Turchia ed Egitto. Le diminuzioni già in atto a marzo, come la domanda in calo, hanno eclissato le interruzioni dell’offerta.

k67 dagli USA commercializzato sotto i $850 in Turchia

Il mercato della Turchia è rimasto per lo più fermo a causa della pressione dalle incertezze economiche per le elezioni tenute a fine marzo.

Al contrario del PVC europeo, per il quale i costi in rialzo e la disponibilità ridotta hanno dato supporto ai venditori, le offerte dagli USA hanno registrato perdite di circa $20-30/ton per le spedizioni di aprile, con trattative sotto la soglia degli $850/ton questa settimana.

“Il PVC dagli USA sembra essere avvicinabile solo da pochi trasformatori, considerando i tassi di interesse elevati e le condizioni finanziarie difficili”, ha commentato un trader.

Secondo le Statistiche di importazioni di ChemOrbis, le importazioni di PVC in Turchia dagli USA sono scese di circa il 42% a gennaio-febbraio su base annua, per superare di poco le 12,000 ton. Tuttavia il paese è stato tra i primi tre fornitori perché i trasformatori hanno rifornito le scorte da questa origine con documenti di riesportazione tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

Egitto vede prezzi USA ai minimi da settembre 2016

I prezzi di PVC dagli USA sono diminuiti dall’inizio di marzo, tuttavia i ribassi sembrano aver acquisito velocità nelle ultime settimane.

Le offerte di importazione sono diminuite di quasi $25/ton dalla scorsa settimana per scendere sotto gli $800/ton. Il Price Index di ChemOrbis, infatti, indica i livelli più bassi da settembre 2016 questa settimana.

Cosa ha guidato le diminuzioni?

La domanda scoraggiante nelle destinazioni dell’export è stata indicata come causa del calo del PVC dagli USA. Oltre a ciò, i prezzi in calo dell’etilene hanno contribuito al trend ribassista perché di recente si sono attestati ai minimi degli ultimi nove mesi su base FD USG, come mostrato dai dati della media settimanale del Price Wizard di ChemOrbis.

Aggiornamento impianti PVC USA

I prezzi in calo sono rimasti indifferenti ai livelli in calo dal paese, causati dai fermi impianto programmati a Westlake a febbraio e alla Shintech a marzo.

OxyChem avrebbe intanto ripreso le operazioni all’impianto di PVC da 250,000 ton/anno in Texas di recente. La società ha dovuto far funzionare l’impianto a tassi ridotti a causa di un incendio scoppiato nella vicina cisterna della ITC (Intercontinental Terminals Co.) lo scorso mese.

Intanto, la Formosa Plastics aveva intenzione di chiudere l’impianto di PVC per manutenzione nella prima settimana di aprile, e sarà monitorata per vedere se l’offerta ridotta dall’impianto limiterà l’entità delle diminuzioni sul PVC americano.

Prova Gratuita
Login