Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Asahi Kasei (Giappone) chiude cracker a Mizushima

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 25/02/2014 (18:12)
Secondo fonti di mercato, la società giapponese Asahi Kasei chiuderà in modo permanente il cracker di Mizushima ad aprile 2016. Il cracker è in grado di produrre 470,000 ton/anno di etilene e 300,000 ton/anno di propilene.

La Mitsubishi Chemical Holdings e la Asahi Kasei, che hanno deciso insieme di chiudere uno dei cracker che le due gestiscono a Mizushima, hanno raggiunto la decisione finale sulla chiusura di uno dei cracker e hanno deciso per la chiusura del cracker della Asahi Kasei. La Mitsubishi ha avviato il cracker nel 1964, mentre la Asahi Kasei lo ha avviato nel 1965. Le società hanno intenzione di consolidare le operazioni del cracker a nafta per aumentare la competitività del sito di Mizushima.

Dopo la chiusura del cracker della Asahi Kasei, le due società gestiranno il cracker della Mitsubishi Chemical, in grado di produrre 500,000 ton/anno di etilene e 320,000 ton/anno di propilene, attraverso una joint venture chiamata Nishi Nippon Ethylene. Inoltre hanno intenzione di aumentare la capacità produttiva a 570,000 ton/anno.

La Asahi Kasei ha intenzione di chiudere inoltre l’impianto da 320,000 ton/anno di stirene di Mizushima a marzo 2016 e l’impianto di ACN da 150,000 ton/anno di Kawasaki ad agosto 2014. La società chiuderà in modo permanente l’impianto da 65,000 ton/anno di ABS di Mizushima a dicembre 2015.

Il cracker della società e l’impianto n. 2 di stirene dello stesso sito sono chiusi per manutenzione. Sia il cracker che l’impianto di stirene dovrebbero riprendere la produzione ad aprile 2014.
Prova Gratuita
Login