Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Asia, mercati ABS ignorano aumento del petrolio

  • 01/10/2018 (11:41)
In Asia, i mercati dell’ABS sono rimasti indifferenti all’aumento dei future del petrolio e hanno mantenuto un trend stabile o in ribasso durante la scorsa settimana. Questo perché l’ultimo round dei dazi USA sui prodotti cinesi da $200 miliardi insieme ai prezzi spot del butadiene in calo hanno mantenuto il sentimento d’acquisto debole.

La scorsa settimana, i prezzi del petrolio Brent hanno oltrepassato gli $81/barile per la prima volta in quasi quattro anni e hanno raggiunto il loro livello più alto dal novembre del 2014, sulla base della media settimanale. Anche i future del petrolio WTI hanno raggiunto i loro massimi delle ultime 12 settimane.

Tuttavia, i prezzi del petrolio in rialzo non si sono riflessi sui mercati dei derivati in quanto i prezzi spot del butadiene su base CFR Cina hanno raggiunto i loro livelli minimi da circa lo scorso aprile, mentre il mercato spot dello stirene in Asia ha continuato a mantenere un trend per lo più volatile.

Oltre alla debolezza dei costi, il terzo round dei dazi USA sui prodotti cinesi ha pesato sui mercati dell’ABS dato che i nuovi dazi includono vari elettrodomestici e automobili, applicazioni edilizie ed elettroniche, che sono per lo più realizzate con le resine di ABS.

Di conseguenza, un produttore in Corea del Sud ha applicato una diminuzione settimanale di $20-30/ton sulle sue offerte di ABS per l’Indonesia, mentre un produttore nel Sudest Asiatico ha ridotto in modo significativo i prezzi di listino di $90/ton per la Cina e i mercati regionali.

I trader hanno affermato, “Il mercato dell’ABS si sta opponendo all’aumento dei future del petrolio in quanto recentemente le paure della guerra commerciale sono state più efficaci nel determinare il tono del mercato”.

Secondo i dati del Price Index di ChemOrbis, la media settimanale dei prezzi dell’ABS su base CFR Cina ha raggiunto il livello più basso dal luglio del 2017, mentre la scorsa settimana il mercato nel Sudest Asiatico ha continuato a oscillare intorno ai minimi degli ultimi 14 mesi.


Prova Gratuita