Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Asia, mercati PET ai minimi degli ultimi anni

  • 18/01/2016 (11:31)
I player in Cina e nel Sudest Asiatico hanno riportato nuove diminuzioni nel mercato del PET, a causa dei costi in calo delle materie prime e della domanda debole, che continua a calare in linea con l’avvicinarsi del nuovo anno cinese.

I costi spot di produzione del PET sono scesi di $60/ton per il PX, di $20/ton per il PTA e di $30/ton per il MEG nell’ultima settimana, mentre i prezzi del petrolio NYMEX sono riportati vicino alla soglia di $30/bbl. Come conseguenza del calo dei costi di produzione e della persistente domanda debole, i prezzi del PET di esportazione fuori dalla Cina sono scesi di $30-40/ton la scorsa settimana. Lo scenario in Cina non cambia, con i prezzi nazionalizzati che hanno perso circa CNY200/ton ($30/ton) sulla settimana.

Per seguire gli sviluppi settimanali nel mercato del PET della Cina, cliccare Analisi Settimanale PET Cina (Riservato agli abbonati)

Un produttore in Cina ha commentato “Stiamo ricevendo poche richieste dai player, dato che il petrolio continua a diminuire. Fintanto che i prezzi del greggio scenderanno, i prezzi del PET seguiranno questo trend. Inoltre, è bassa stagione e non ci aspettiamo nessuna ripresa prima di marzo”.

Un trader che opera a Shanghai ha affermato “Siamo stati in grado di esportare dei carichi di PET verso alcuni mercati nel Sudest Asiatico e nel subcontinente indiano, ma le nostre vendite non sono state soddisfacenti. La domanda resta molto debole, e i buyer continuano ad acquistare secondo necessità. Nel complesso, i tassi di utilizzo in Cina sono riportati al 70% della capacità, e non ci aspettiamo che la domanda si riprenda prima di marzo. Se i prezzi del petrolio continueranno a scendere, il mercato del PET seguirà lo stesso trend”.

Nel Sudest Asiatico, secondo i dati del Price Index del Sudest Asiatico di ChemOrbis, i prezzi del PET di importazione hanno registrato diminuzioni aggiuntive e hanno toccato i livelli più bassi da quando l’indice per il PET della regione è stato lanciato per la prima volta a gennaio 2013. I prezzi del PET di importazione nel Sudest Asiatico hanno registrato perdite di $20-45/ton nell’ultima settimana su base CIF SEA, mentre i prezzi locali sono diminuiti in Indonesia e in Malesia.

Per seguire gli sviluppi settimanali nel mercato del PET del Sudest Asiatico, cliccare Analisi Settimanale PET SEA/India (Riservato agli abbonati)

Un produttore in Malesia ha osservato che la pausa imminente sta ostacolando l’interesse all’acquisto, e la maggior parte dei player continua ad operare con scorte basse. Questo produttore, considerata la domanda debole, ha tagliato i prezzi di esportazione di $20/ton CIF e ha abbassato i prezzi locali di MYR50/ton ($11/ton) FD la scorsa settimana.

Un trasformatore in Indonesia ha affermato “La domanda per tappi di bottiglie è scesa del 30% nel periodo novembre-dicembre, mentre ci aspettiamo un calo ulteriore durante la stagione delle piogge in Indonesia, che dovrebbe iniziare a metà aprile. Crediamo che i prezzi nazionalizzati siano più competitivi rispetto a quelli del PET di importazione dalla Cina, e aspettiamo di vedere nuove diminuzioni sui livelli di offerta”.

Un trasformatore in Vietnam ha osservato “Sebbene la domanda per i prodotti finiti sia abbastanza buona, speriamo che migliori ulteriormente una volta che termineranno le festività per il Capodanno cinese. Per ora, stiamo acquistando solamente secondo necessità. Se i prezzi cambieranno direzione, potremmo decidere di rifornire le scorte”.
Prova Gratuita