Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Asia, produttori PS aperti alle negoziazioni per domanda debole

  • 23/09/2016 (11:45)
In Asia, i produttori di PS hanno adottato politiche di prezzo stabili per un’altra settimana nei mercati della regione, supportati dalle limitazioni dell’offerta, anche per lo stirene. Tuttavia, i venditori hanno confermato che la domanda non è vivace, mentre si avvicina la settimana di pausa per il National Day in Cina a inizio ottobre. In queste circostanze, i fornitori sono relativamente flessibili sulle offerte, considerate le recenti preoccupazioni per la domanda e il calo dei costi spot dei feedstock rispetto a inizio settembre.

Un produttore di PS di Taiwan ha offerto a livelli stabili sulla settimana, affermando di essere aperto alle negoziazioni. Una fonte del produttore ha commentato “Stiamo per lo più offrendo a livelli di breakeven point e in caso di ordini di ampi volumi dovremo concedere sconti, con il rischio di subire delle perdite. La domanda non è forte in questi giorni, tranne che per una leggera crescita dell’interesse all’acquisto in vista della festività in Cina. Abbiamo sentito del miglioramento delle scorte di stirene nella regione, mentre la domanda ridotta potrebbe esercitare una pressione ribassista sull’outlook per il breve termine”.

Un altro fornitore di Taiwan ha affermato “I produttori di PS si sono già assicurati carichi sufficienti prima che iniziassero le manutenzioni di settembre, per cui l’impatto sul mercato dei fermi impianto non è stato forte questo mese. In ogni caso, il consumo di PS è in generale moderato, e le controfferte in calo potrebbero esercitare una pressione sui venditori nel lungo termine”.

Un produttore di PS della Malesia ha venduto dei carichi con spedizione a ottobre a livelli per lo più stabili rispetto alle ultime trattative di settembre questa settimana. Il venditore ha affermato “Non abbiamo molto materiale a disposizione, mentre la domanda non è per nulla forte al momento. Cercheremo di evadere gli ordini arretrati nei prossimi giorni”.

Un trader in Cina ha affermato “Sebbene i costi spot dello stirene in Asia siano diminuiti, i prezzi del PS sono finora stabili. La domanda di GPPS è stata debole per un certo periodo di tempo, per cui ai venditori non importa concedere forti sconti dato che non porterebbero ad una crescita dell’interesse all’acquisto”.

Un altro trader è riuscito a vendere GPPS da Taiwan con sconti di $30/ton sulle offerte iniziali. Il trader ha osservato “Il tifone Meranti che ha recentemente colpito Taiwan non ha influito sulle operazioni petrolchimiche. Sebbene le offerte per il PS siano rimaste per lo più invariate, le trattative sono state chiuse con sconti di $20-30/ton. Crediamo che i prezzi possano diminuire nell’ultimo trimestre del 2016”.

Per quanto riguarda i buyer, un trasformatore della Malesia ha ricevuto sconti di $20/ton per GPPS da Singapore questa settimana. Il buyer si aspetta delle diminuzioni sui prezzi ora che si avvicina la festività in Cina. Un produttore di Singapore ha commentato “I prezzi sono leggermente scesi questa settimana, a causa del calo dei costi dello stirene. I buyer stanno comunque facendo controfferte più basse”.

Un trasformatore in Vietnam, ha intanto riportato una domanda buona per i suoi prodotti finiti grazie a fattori stagionali. Tuttavia, non ha intenzione di rifornire le scorte prima di fine anno, poiché si aspetta prezzi più bassi. In Cina, un trasformatore di elettrodomestici aspetterà fino alla prossima settimana perché il suo fornitore ha comunicato loro che i prezzi potrebbero perdere terreno prossimamente.

Per quanto riguarda le materie prime, i prezzi spot del benzene e dello stirene su base FOB Corea del Sud indicano diminuzioni di circa $30-40/ton rispetto a inizio settembre. Ciò nonostante i player credono che i recenti aumenti dei costi del petrolio potrebbero far salire i prezzi.
Prova Gratuita