Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Asia, si amplia il gap tra i prezzi del PS e dello stirene

di Abdul Hadhi - ahadhi@chemorbis.com
  • 06/11/2019 (11:57)
Anche se i prezzi del PS sono diminuiti in Cina e del Sudest Asiatico, i produttori regionali continuano a riportare margini buoni dato che il mercato delle materie prime ha registrato cali più forti di quelli del PS.

Margini in aumento per il PS

I prezzi spot dello stirene su base CFR Cina/FOB Corea sono diminuiti del 15% da inizio settembre, secondo il Price Wizard di ChemOrbis mentre i prezzi del PS su base CFR Cina/ CIF SEA sono in calo del 5-7% rispetto allo stesso periodo, e ciò significa che i produttori del PS potrebbero essere stati capaci di mantenere i loro margini.

I gap tra i prezzi spot dello stirene e i prezzi del PS si è ampliato a causa del fatto che lo stirene ha registrato cali più forti. Come può essere visto nel grafico qui sotto, la media settimanale dei prezzi del GPPS su base CIF Cina attualmente ha un premio di $230/ton sui prezzi spot dello stirene con gli stessi termini. Lo spread tra i due è aumentato di circa $140/ton rispetto a inizio settembre.



Stirene debole mantiene alti i tassi di produzione del PS

Un trader regionale ha affermato, “I produttori del Taiwan e della Corea del Sud stanno cercando prezzi del PS da stabili a in calo andando verso dicembre a causa della domanda bassa e della mancanza di spinta da parte delle materie prime. Ma con lo stirene a livelli minimi, non c’è bisogno di ridurre la produzione. Questa settimana, non ci sono ancora voci di una riduzione della produzione”.

Un altro fattore per non ridurre i tassi di produzione è la possibilità di vendere molti volumi con questi prezzi bassi.

Capacità in aumento potrebbero fare ulteriore pressione sullo stirene

Una fonte di un produttore del Vietnam ha affermato, “I prezzi dello stirene continuano a diminuire a causa delle nuove capacità in Cina. Tuttavia, il PS non dovrebbe scendere tanto quanto lo stirene dato che l’offerta di PS non è così ampia. Se i prezzi calano, i produttori non avranno più utili”.

Tra le nuove capacità dello stirene che verranno avviate in Cina troviamo l’unità da 1.2 milioni ton/anno di Zhejiang Petrochemicals a Zhoushan in questo trimestre; l’unità da 720,000 ton/anno di Hengli Petrochemicals a Changxing Island, Dalian, con l’avvio in questo trimestre e la produzione commerciale nel prossimo trimestre; e l’unità da 700,000 ton/anno di CNOOC e Shell Petrochemicals a Guangdong, Huizhou, che dovrebbe essere avviata nella prima metà del 2020.

Anche l’unità da 500,000 ton/anno di Abel Chemical a East Taixing, Jiangsu, e l’unità da 450,000 ton/anno Sinochem Quanzhou a Quanzhou, Fujian, dovrebbero essere avviate in Cina nel 2020 secondo il database di Produzione di ChemOrbis.

Oltre a questo lasso di tempo, Vietnam Polystyrene sta valutando se costruire un’unità di stirene da 20,000 ton/anno a Haiphong che potrebbe essere avviata nel 2021-2022.

I produttori resisteranno a la pressione dei prezzi del PS?

Tuttavia, la domanda debole esercita pressione sui produttori per ridurre i prezzi insieme allo stirene.

Un produttore di prodotti finiti ha affermato, “È sorprendente che i prezzi del PS siano ad un livello elevato dato che i prezzi dello stirene monomero si trovano sotto la soglia dei $900/ton”, aggiungendo che potrebbe aspettare ulteriori ribassi sui prezzi del PS prima di acquistare.

I cali relativamente bassi dei prezzi del PS hanno spinto le società di prodotti finiti a rimanere in attesa per evitare di perdere prezzi ancora più bassi.

I player del mercato hanno affermato che molti produttori hanno applicato rollover sulle offerte di PS per la seconda metà di novembre mentre cercheranno ribassi per dicembre.
Prova Gratuita