Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Aumenta la pressione ribassista sui mercati del PE nel SEA

di Shibu Itty Kuttickal - sikuttickal@chemorbis.com
di Esra Ersöz - eersoz@chemorbis.com
  • 24/11/2021 (12:16)
Il sentimento ribassista si è recentemente diffuso nel mercato del PE in tutto il Sudest Asiatico. Questo perché è aumentata la pressione a causa delle offerte cinesi di riesportazione e dell’aumento dell’offerta regionale proveniente da nuove capacità e riavvii. Anche i costi delle materie prime dovrebbero contribuire al sentimento ribassista.

Dopo aver raggiunto i massimi da 17 settimane nella terza settimana di ottobre, i prezzi di tutti i gradi di PE nella regione sono diminuiti dell’1-2%. I prezzi dell’LDPE di importazione per tutte le origini sono diminuiti di $10-40/ton a $1590-1700/ton su base CIF SEA, cash. I prezzi dell’LLDPE sono calati di $20-30/ton a $1290-1350/ton e i prezzi dell’HDPE film sono rimasti da stabili a in calo di $10/ton a $1220-1300/ton, entrambi su base CIF SEA, cash.

Mercati PE SEA attirano i venditori cinesi per le riesportazioni

I prezzi di importazione prevalenti nel Sudest Asiatico hanno attualmente un premio più grande del solito rispetto alla Cina poiché i prezzi del PE non hanno visto gli stessi ribassi dopo aver raggiunto il picco nella terza settimana di ottobre. Questa situazione di netback più favorevoli attira inevitabilmente le riesportazioni dalla Cina, dove i mercati del PE hanno iniziato un trend ribassista da metà ottobre.

Secondo i trader, in Vietnam sono emersi carichi di LLDPE film saudita riesportati dalla Cina. “Un fornitore del Medio Oriente ha anche ridotto le offerte di $20/ton per l’LLDPE e HDPE all’inizio della settimana", ha affermato un trader in Vietnam. I buyer continuano a cercare di spingere i prezzi al ribasso, citando il calo dei prezzi del C2, la domanda debole e la pressione delle offerte competitive riesportate dalla Cina.

Nella settimana precedente, le offerte di LDPE film di un altro venditore del Medio Oriente sono scese sotto la soglia dei $1600/ton CIF. E, in questa settimana, un trader con sede a Singapore ha riportato offerte da $1550/ton CIF Indonesia. Per fare un confronto, la scorsa settimana la Cina ha visto offerte di LDPE dal Medio Oriente da $1490/ton mentre l’LDPE USA è emerso questa settimana a un livello molto più competitivo pari a $1440/ton CIF Cina.

USA si aggiungono alla pressione ribassista

Un trader vietnamita ha riferito che il mercato riporta molti carichi di origine USA diretti nella regione, il che potrebbe esercitare pressione sui prezzi del PE. “Le persone stanno molto attente prima di fare scorte poiché i prezzi non sono scesi così tanto e la domanda è debole. Le scorte sono buone. E i prezzi in Cina sono scesi molto finora questa settimana e questo potrebbe abbassare anche i prezzi del Sudest Asiatico", ha affermato.

Preoccupazioni per eccesso di offerta incombono sui mercati del PE

Dopo aver avuto un’offerta corta dalla seconda metà del 2021, i mercati del PE sono pronti a vedere una graduale ripresa. A parte il miglioramento dell’offerta di importazione dalla Cina e dagli Stati Uniti, la pressione derivante dalle nuove capacità, in particolare nel Nordest Asiatico, è fondamentale per i mercati del PE.

Secondo le Production News Pro di ChemOrbis, i mercati del PE rimangono sotto pressione per via di circa 1,9 milioni di tonnellate di capacità aggiuntiva dalla seconda metà di quest’anno. Nel frattempo, inutile dire che era previsto l’avvio durante tutto il 2021 di capacità aggiuntive pari ad un totale di oltre 5 milioni di tonnellate, il 75% delle quali si trovano in Cina.

Le nuove capacità di PE nella regione del Sudest Asiatico sono relativamente piccole poiché si prevede una capacità totale di 700.000 tonnellate nel 2021 nelle Filippine e in India e altre 800.000 tonnellate nel 2022 in India, secondo le Production News Pro di ChemOrbis.

Non bisogna solo monitorare le nuove capacità, ma anche il riavvio degli impianti. Pengerang Refining and Petrochemical (PrefChem), una joint venture tra Petronas (Malesia) e Saudi Aramco, ha in programma di riavviare la raffineria Pengerang a fine ottobre, secondo le fonti. La raffineria e il complesso petrolchimico nello stato meridionale di Johor, Malesia, sono stati chiusi dall’incendio e dall’esplosione avvenute a marzo 2020. Dopo il riavvio della raffineria e del cracker, gli impianti di PE tra cui un’unità di LLDPE da 350.000 ton/anno e un’unità da 400.000 ton/anno di HDPE dovrebbero tornare in funzione nella prima metà del prossimo anno.

Mercati materie prime non supportano ancora il PE

Le stesse preoccupazioni per l’eccesso di offerta prevalgono nei mercati dell’etilene in Asia. Pertanto, si prevede che i prezzi dell’etilene cederanno a una stretta più forte.

Anche il mercato del petrolio sta salendo e scendendo a causa degli sforzi per aumentare la produzione negli USA e in altri paesi consumatori di energia, tra cui Cina, Giappone, India, Corea del Sud e Regno Unito, e della persistente sfida dell’OPEC di tenere sotto controllo la crescita della produzione.
Prova Gratuita
Login