Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Aumenti PVC di febbraio richiesti in Europa, buyer mirano a rollover

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 07/02/2020 (16:52)
In Europa, i fornitori di PVC hanno annunciato le offerte di febbraio con aumenti fino a €50/ton nonostante il contratto dell’etilene stabile. I venditori hanno mostrato i margini ristretti per i prezzi bassi della soda caustica come il fattore dietro ai tentativi di rialzo.

Gli aumenti sono emersi dopo due mesi consecutivi di stabilità. Dopo essersi opposto al trend rialzista globale del PVC, il mercato europeo è rimbalzato dai minimi degli ultimi 4 anni a febbraio.

Secondo il Price Index di ChemOrbis, la media settimanale di tutti i gradi di PVC su base FD Italia/Nord Europa si attestava ai livelli minimi dal 2016 prima del recente rimbalzo.

La disponibilità complessiva di PVC è stata considerata sufficiente mentre alcuni player hanno lamentato un’offerta ridotta a causa delle interruzioni dovute agli scioperi in Francia. Gli scioperi francesi hanno ostacolato le consegne e alcuni produttori stanno riportando alcuni problemi a causa degli scioperi nazionali.

Anche se alcuni fornitori hanno iniziato a offrire con aumenti fino a €50/ton, i prezzi sono stati rivisti a rollover o a leggeri aumenti di €10-20/ton. Le fonti di mercato hanno riferito che la domanda non è superiore alle esigenze primarie nonostante la leggera ripresa nelle attività di trading.

I trasformatori sono contrari a pagare gli aumenti recenti considerando il contratto dell’etilene stabile così come la mancanza di problemi di produzione. I buyer per lo più mirano a pagare rollover dato che non ritengono questi aumenti giustificati, ha affermato un player. Alcuni buyer hanno riferito di avere acquistato a rollover sia nel mercato spot che a contratto. Bisogna vedere se accadrà lo stesso nei prossimi giorni.
Prova Gratuita
Login