Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Aumenti di ottobre hanno vita breve nel mercato del PP in Europa

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 14/10/2019 (10:39)
In Europa, le offerte iniziali del PP sono emerse in leggero aumento in linea con il rialzo di €10/ton sul contratto del propilene. Inoltre, i player hanno riportato che dei rollover sono iniziati a passare sulle trattative in particolare in Italia mentre qualche aumento è stato ottenuto nel Nord Europa.

Condizioni deboli attenuano rialzo del propilene

La continua debolezza dell’interesse all’acquisto, la quale è ampiamente collegata al calo nel settore automotive, e l’offerta ampia hanno frenato i target di aumento dei venditori per ottobre.

Gli acquisti sulla base delle necessità hanno sfidato il rialzo del propilene e portato a stabilità sui prezzi del PP nella maggior parte dei casi. Tuttavia, qualche trattativa di PP nel mercato a contratti è stata chiusa in leggero rialzo di €10/ton. Un distributore ha detto, “Abbiamo potuto vendere parte delle nostre allocazioni di ottobre in leggero aumento a causa di qualche limitazione sull’offerta all’impianto del nostro fornitore”.

Prezzi PP potrebbero restare stabili sui minimi di due anni

Le trattative di settembre sono state chiuse in calo di €50/ton mentre le offerte in rialzo di ottobre non sono state assorbite. Dopo che il recente rimbalzo ha avuto vita breve, i prezzi spot del PP in Italia e Nord Europa sono sui livelli minimi da luglio-agosto 2017 su base media settimanale, secondo i dati del Price Index di ChemOrbis.

Nonostante qualche trasformatore si aspetti di vedere piccole riduzioni più tardi nel mese, i player credono che i prezzi possano restare stabili nella seconda parte del mese. I prezzi non dovrebbero avere spazio per altri cali a causa dei margini ridotti dei produttori e il fatto che il PP sia più bilanciato del PE. Un player ha detto, “Il mercato dovrebbe trovare un bilanciamento per via delle deboli dinamiche di domanda e offerta e il rialzo del propilene”.

Pausa di fine anno, materie prime in calo pesano su outlook di novembre

I player devono unirsi alla K che si terrà il 16-23 ottobre a Düsseldorf, Germania. Questo potrebbe frenare l’attività nella regione. Inoltre, l’attività di destocking da parte dei venditori verso la fine dell’anno apre la strada ad aspettative ribassiste da parte dei buyer.

In più, la produzione è stata riavviata a qualche cracker europeo recentemente. Il riavvio dei cracker dalle manutenzioni ha sollevato la possibilità che l’offerta spingerà i prezzi del propilene in calo nei prossimi giorni specialmente quando la domanda debole è presa in considerazione. Inoltre, i player non escludono la possibilità di vedere prezzi in ribasso per novembre a causa dei cali nel mercato delle materie prime.

Da una parte, il più recente rialzo sui future del petrolio dopo la notizia che una petroliera è stata colpita in Iran da due missili vicino a Jeddah dovrebbe diventare sempre più importante per i player europei nei prossimi giorni. I future del petrolio sono aumentati di circa 2% dopo l’accaduto.
Prova Gratuita