Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Aumenti su prezzi di PVC in Europa inferiori rispetto a mercati globali, cresce pressione rialzista

di Başak Ceylan - bceylan@chemorbis.com
di Esra Ersöz - eersoz@chemorbis.com
  • 22/09/2020 (10:53)
I mercati globali di PVC hanno subito una pressione rialzista a causa dell’offerta corta, soprattutto negli ultimi due mesi. Anche se l’offerta corta prolungata ha contribuito a mantenere prezzi elevati nei mercati locali dell’Europa, gli aumenti sono stati più consistenti in altri mercati globali.

Aumenti timidi in Europa rispetto agli altri maggiori mercati globali

Al primo sguardo, i mercati spot di PVC in Italia e Nord Europa mostrano un solido recupero rispetto a fine maggio, quando i prezzi hanno toccato il minimo. Tuttavia, un’analisi più attenta mostra che gli aumenti complessivi sono più pallidi rispetto a quelli visti in altri mercati globali.



Il mercato del PVC di importazione in Cina è aumentato del 56% da quando è rimbalzato a inizio maggio. Nello stesso frangente, il mercato del PVC di importazione indiano ha mostrato un aumento del 64%. Il mercato turco, la più grande destinazione dell’export di PVC per l’Europa, ha visto un incremento del 91% dei prezzi di importazione per le origini non tassabili, soprattutto quelle europee, rispetto al minimo toccato a inizio maggio.

Delta tra prezzi locali europei e prezzi export verso la Turchia ai massimi

Il contrasto è più pronunciato quando si analizza il gap con i prezzi di importazione per origini non tassabili in Turchia. Secondo il Price Index di ChemOrbis, la media dei prezzi locali di PVC in dollari nel Nord Europa è inferiore di oltre $200/ton rispetto al prezzo di importazione offerto in Turchia su base CIF Turchia per origini esenti da dazio, come quelle europee. Anche se i prezzi locali europei dovrebbero avere un premio sul mercato dell’import in Turchia, in condizioni di mercato bilanciate, la Turchia è ben oltre l’Europa e il gap si è ampliato toccando il massimo storico la scorsa settimana, come conseguenza degli aumenti minori dei prezzi europei.



Cosa tiene gli aumenti sotto controllo in Europa?

Le dinamiche di domanda e offerta sono state ampiamente citate come fattori chiave dietro agli aumenti relativamente limitati dei prezzi locali di PVC in Europa. Anche se i mercati europei di PVC hanno ricevuto una spinta dall’offerta ridotta, la domanda è rimasta bassa a causa della pandemia. Avendo buoni netback nei mercati di esportazione, i fornitori europei di PVC non hanno riflesso i forti aumenti sui prezzi locali fino ad ora.

Aumenti attesi anche a ottobre

La maggior parte dei player si aspetta ulteriori aumenti di prezzo perché l’offerta corta dovrebbe restare in atto a ottobre, con una serie di fermi impianto programmati e non. L’incremento della domanda ha fatto crescere la pressione rialzista sui prezzi. Una fonte di un produttore europeo ha riferito che stanno già ricevendo numerose richiese per ottobre, mentre sperano di poter offrire materiale.



Considerando l’ampia disparità tra i mercati locali europei e le altre maggiori destinazioni, i venditori ritengono che un altro giro di aumenti sia facilmente ottenibile il mese prossimo, favorendo un incremento dei margini. “La mancanza di materiale potrebbe essere più forte a ottobre”, ha affermato una fonte di un produttore, sottolineando un forte incremento della domanda per le fonti irregolari. “Il fattore principale che guiderà il mercato a ottobre potrebbero essere le dinamiche di domanda e offerta più che il risultato del contratto dell’etilene”, ha commentato un’altra fonte.
Prova Gratuita
Login