Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

BP profitto in calo del 40% nel 3° trimestre, ricavi di SIBUR in calo del 4.5% nei primi 9 mesi

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 30/10/2019 (18:59)
Due produttori di petrolio e prodotti petrolchimici hanno annunciato i loro risultati finanziari per il 3° trimestre e per i primi 9 mesi al 30 di settembre con notevoli cambiamenti rispetto allo stesso periodo di due anni prima.

L’utile netto di BP per il 3° trimestre del 2019 è stato di $2.3 miliardi, in calo di circa il 40% dai $3.8 miliardi del corrispondente periodo dell’anno precedente, ha dichiarato la società petrolifera multinazionale inglese nel suo rendiconto trimestrale.

Il produttore ha attribuito questa diminuzione a una riduzione significativa degli utili a monte tra i prezzi più bassi, le inversioni di tendenza e i fattori meteorologici.

Dall’altra parte, l’utile netto del produttore petrolchimico russo SIBUR nei primi nove mesi dell’anno è aumentato del 24.4% sull’anno a RUB103.2 miliardi ($1.61 miliardi) grazie in gran parte alla rivalutazione del debito in valuta estera della società.

Complessivamente SIBUR riporta un EBITDA per i primi nove mesi in calo del 16% sull’anno e pari a RUB126 miliardi ($1.97 miliardi). Contemporaneamente, l’EBITDA nel settore delle olefine e delle poliolefine è aumentato del 18.8% sull’anno nello stesso periodo al 30 settembre.

Nel frattempo, i ricavi della società sono diminuiti del 4.5% sull’anno a RUB395.4 miliardi ($6.19 miliardi) a causa delle sfavorevoli condizioni globali del mercato così come dei risultati più deboli nel segmento del trasporto di prodotti petrolchimici e del segmento della plastica, elastomeri e nei segmenti intermediari. Ad ogni modo, la società ha affermato che l’impatto negativo di tutto ciò è stato parzialmente compensato dalla maggiore crescita delle vendite nel segmento olefine e poliolefine.
Prova Gratuita
Login