Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Cina, attese dei player sul futuro dei dazi antidumping PVC

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 24/01/2014 (15:59)
In Cina, i player nel settore del PVC stanno ipotizzando la possibilità della continuazione dei dazi antidumping sulle importazioni di PVC, che scadrà a settembre 2014, secondo quanto riportato dai media locali.

Il governo cinese, nel settembre 2003, ha deciso di introdurre i dazi antidumping sulle importazioni di PVC dagli USA, Corea del Sud, Giappone, Russia e Taiwan per cinque anni. Il governo li ha successivamente estesi per altri cinque anni nel settembre 2009. I dazi antidumping stanno per scadere il prossimo settembre. Essi sono applicati a seconda del produttore e variano dal 7% all’83%.

Alcuni player del settore sono preoccupati che la loro attività commerciale possa diminuire se i dazi verranno incrementati poiché il PVC d’importazione a base di etilene ha una qualità maggiore rispetto al PVC domestico a base di acetilene. La maggior parte dei produttori di PVC in Cina producono PVC a base di acetilene anziché il PVC a base di etilene prodotto in gran parte degli altri paesi nel mondo.

I player hanno commentato che alcuni produttori di PVC, specialmente quelli nella Cina occidentale, potrebbero essere costretti a chiudere gli impianti se il governo aumenterà le misure protezionistiche sull’industria di PVC domestica.
Prova Gratuita
Login