Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Cina, esplosione all’impianto PX di Dragon Aromatics

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 07/04/2015 (13:29)
Secondo quanto riportano i media, un’esplosione avvenuta il 6 aprile all’impianto cinese di PX della società Dragon Aromatics sito a Gulei, Zhangzhou, provincia di Fujian, ha causato un ampio incendio. L’incidente è avvenuto presso le pompe.

L’impianto, che ospita due unità di PX con una capacità totale di 1.6 milioni di ton/anno, è stato chiuso il 14 marzo 2015 per manutenzione. Inizialmente il fermo impianto sarebbe dovuto durare circa un mese. Tuttavia, l’esplosione dovrebbe ora causare un prolungamento del periodo di manutenzione. Secondo un player, la capacità di PX della Dragon a Zhangzhou rappresenta il 12% della capacità produttiva totale di PX in Cina.

Un distributore a Taizhou, Cina ha riportato che i prezzi di PET locale sono aumentati di circa CNY100-200/ton ($16-32/ton), a seguito dell’esplosione a Fujian. Il venditore ha dichiarato: “Crediamo che i prezzi di PET registreranno ulteriori aumenti nei prossimi giorni in quanto l’offerta corta di PX avrà un certo impatto sui mercati di PTA e PET”.

Un trader di Shanghai, intanto ha riportato che la società Ningbo Formosa PTA ha chiuso l’impianto di PTA fa 1.2 milioni di ton/anno il 7 aprile a causa del fermo impianto dell’unità di PX della Dragon Aromatics. L’impianto dovrebbe restare chiuso fino alla fine del mese. Il trader ha aggiunto che la società cinese Xianglu ha chiuso l’impianto di PTA da 4.5 milioni di ton/anno a Gulei il 6 aprile mentre la società non ha ancora programmato la data di riavvio. Il trader ha dichiarato: “Pensiamo che i prezzi di PET locale registreranno aumenti fino a CNY300-400/ton ($48-64/ton) questa settimana poiché i prezzi a monte potrebbero aumentare per via di questi fermi impianto inattesi”.
Prova Gratuita
Login