Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Cina, import dagli USA aumentano ancora nonostante calo delle importazioni complessive nel 2022

di Pınar Polat - ppolat@chemorbis.com
di Esra Ersöz - eersoz@chemorbis.com
  • 01/12/2022 (12:04)
Secondo le Statistiche di importazione di ChemOrbis, le importazioni di polimeri della Cina dagli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo storico di circa 1,5 milioni ton nel 2020. In seguito si è verificato un crollo del 40% nel 2021, mentre le statistiche di gennaio-ottobre di quest’anno indicano che le importazioni di polimeri dagli Stati Uniti hanno quasi raggiunto i dati completi dell’anno precedente.

I dati di ChemOrbis rivelano che le importazioni cumulative di polimeri del Paese dagli Stati Uniti nei primi dieci mesi del 2022 sono aumentate di quasi l’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, attestandosi a circa 825.000 ton. Ciò si è verificato anche se le importazioni complessive di polimeri della Cina sono diminuite dell’11% su base annua a causa dell’avvio di nuove capacità produttive a livello nazionale. Considerando le attività di destoccaggio aggressive dei venditori statunitensi nell’ultimo trimestre dell’anno, sulle statistiche di novembre e dicembre si rifletteranno ulteriori importazioni statunitensi al momento del loro arrivo. .


Importazioni dagli USA in aumento in particolare a ottobre

Le importazioni complessive di polimeri della Cina dagli Stati Uniti sono aumentate del 61% mensilmente, raggiungendo i 139.754 ton a ottobre. Su un confronto annuale, l’aumento è stato ancora maggiore, pari al 156%.

I dati indicano che la cifra di ottobre 2022 rappresenta il volume mensile più alto da marzo 2021.

Nel frattempo, gli Stati Uniti sono stati anche il quinto fornitore di polimeri più importante per la Cina a ottobre, dopo l’Iran (151.788 ton), la Corea del Sud (200.535 ton), gli Emirati Arabi Uniti (211.499 ton) e l’Arabia Saudita (331.456 ton).

USA aumenta quota di mercato PE in Cina sull’anno

I dati cumulativi indicano che nel periodo gennaio-ottobre le importazioni di LDPE e LLDPE dagli Stati Uniti sono aumentate rispettivamente del 27% e del 12% su base annua. Nel frattempo gli Stati Uniti sono saliti nella lista dei principali fornitori, superando l’Iran per l’LLDPE e Taiwan e Qatar per l’HDPE.

A ottobre, le importazioni di LDPE dagli Stati Uniti sono aumentate del 41% su base mensile, raggiungendo i 29.699 ton, mentre le importazioni LLDPE dagli Stati Uniti sono aumentate dell’81% nello stesso periodo, attestandosi a 64.656 ton. Questi volumi hanno reso gli Stati Uniti il terzo fornitore più importante per la Cina per entrambi i prodotti.

I dati di ChemOrbis indicano che i volumi mensili di LDPE e LLDPE sono stati i più alti rispettivamente da gennaio 2022 e agosto 2020.

Dati gennaio-ottobre 2022 mostrano grande rialzo nel PVC import USA dal 2021

I dati di ChemOrbis rivelano anche che le importazioni cinesi di PVC dagli Stati Uniti sono aumentate considerevolmente del 77% nei primi dieci mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a circa 55.000 ton, sebbene le importazioni complessive siano ancora lontane dai record raggiunti nel 2020 e negli anni precedenti. Come nota a margine, le importazioni complessive di PVC della Cina sono scese di oltre il 60% nel 2021, quando le importazioni statunitensi sono crollate dell’88% su base annua.

Ottobre rappresenta il volume mensile più alto da novembre 2020 con 16.511 ton. Su un confronto mensile, le importazioni di PVC dagli Stati Uniti sono aumentate del 31%, attestandosi a 16.511 ton a ottobre.

La pressione dei carichi di PVC statunitense in Cina e sui mercati globali si è fatta sentire a ottobre, spingendo verso il basso i minimi dei range di prezzo.
Prova Gratuita
Login