Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Cina, player polimeri valutano situazione dell’offerta dopo il G20

  • 12/09/2016 (11:42)
Tra il 4 e il 5 settembre, la città di Hangzhou in Cina ha ospitato l’undicesimo summit del G20. Come è stato riportato in precedenza, il governo aveva chiesto che diversi impianti petrolchimici vicino ad Hangzhou riducessero la produzione prima e durante il summit per assicurarsi che la città soddisfacesse i requisiti di qualità ambientale. Ora che il summit è terminato, i player stanno tenendo sotto stretto controllo la situazione dell’offerta, poiché diversi impianti che erano stati fermati dovrebbero riprendere le operazioni nel breve termine.

I player hanno attese differenti circa l’outlook per il periodo successivo al G20, in quanto alcuni si aspettano che l’offerta si riprenda, in linea con gli imminenti riavvii, mentre altri credono che la disponibilità di materiale sul mercato non crescerà nell’immediato.

Nel mercato del PVC, una fonte di un produttore domestico ha osservato “L’offerta di PVC dovrebbe incrementare gradualmente, ora che il summit del G20 è terminato. Questo porterà ad un calo dei prezzi, dato che la domanda non è abbastanza forte da supportare aumenti in vista del quarto trimestre”. Una fonte di un altro produttore ha aggiunto “Diversi player restano inattivi al momento, in quanto si aspettano di vedere una diminuzione dei prezzi a causa dell’imminente riavvio degli impianti. Non siamo positivi per l’outlook del breve termine”.

Intanto, una fonte di un terzo produttore locale ha commentato “La nostra disponibilità è leggermente limitata a causa della riduzione dei tassi di utilizzo. Non ci aspettiamo un forte aumento sull’offerta, poiché abbiamo sentito che il governo controllerà i tassi di utilizzo in futuro, per frenare gli eccessi di materiale”.

Un trader nel mercato del PP ha affermato “L’offerta è stata ridotta a causa del summit del G20 nella prima metà di settembre, ma questo non dovrebbe avere un forte impatto sul mercato, in quanto i prezzi erano già stati calcolati tenendo conto del vertice. Inoltre, a settembre dovrebbero essere avviati tre impianti i PP in Cina”.

Un venditore di PE che opera in Cina ha affermato che l’offerta di PE è corta, ma che dovrebbe migliorare in linea con la diminuzione dell’offerta dall’est dopo la fine del G20. Il venditore ha aggiunto “Tuttavia, gli imminenti riavvii non porteranno ad un eccesso di offerta. Non ci aspettiamo quindi di vedere nessun grande impatto sul mercato”.
Prova Gratuita