Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Cina, player valutano misure di Pechino contro inquinamento atmosferico

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 20/12/2016 (17:25)
Secondo quanto riportato dai media, l’amministrazione comunale di Pechino ha ordinato a 1,200 società di fermare o di tagliare la produzione dopo che lo scorso giovedì è scattato il primo segnale di allerta rosso dell’anno per l’inquinamento atmosferico. Le società che hanno ricevuto quest’ordine operano principalmente nel settore dello stampaggio, in quello delle costruzioni e in quello petrolchimico.

I player in Cina hanno valutato l’impatto di questi fermi e della riduzione della produzione, condividendo le loro opinioni.

Un trader in Cina ha affermato “Il sentimento nel mercato del PP è colpito dal problema del controllo dell’inquinamento ambientale, soprattutto nelle provincie di Pechino, Hebei e Guangdong. Il segnale di allerta rosso avrà effetti nel breve termine, fino a che l’indice per la qualità dell’aria non tornerà a livelli accettabili. Intanto, è colpito anche il trasporto in queste città”.

Un produttore di PVC a base etilene ha commentato “Dopo i fermi impianti e la riduzione della produzione a Pechino, anche il porto di Tianjin è stato colpito, in quanto ha dovuto chiudere per 5 giorni”.

Un altro trader che offre PS e ABS ha affermato che Pechino, Tianjin, Hebei, Shandong, Shanxi e Henan riceveranno le ispezioni ambientali più rigide nel 2016, dal 16 al 21 dicembre. Il trader ha commentato “Le società che risulteranno violare le norme relative alla qualità dell’aria dovranno ridurre i tassi di utilizzo o fermare gli impianti. La nebbia molto fitta ha portato alla chiusura delle autostrade e anche i trasporti si sono fermati. Crediamo che quest’ispezione avrà un maggior impatto sui trasformatori piuttosto che sui produttori”.

Un produttore di PVC a base acetilene ha affermato “L’inquinamento dell’aria che ha portato diverse società a fermare gli stabilimenti o a ridurre i tassi di utilizzo non sta influenzando il mercato del PVC, in quanto non è concentrato a Pechino. Stiamo facendo funzionare il nostro impianto quasi a tassi completi”.
Prova Gratuita