Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Cina, totale import PE ai massimi a gennaio-febbraio, cresce l’offerta

di Pınar Polat - ppolat@chemorbis.com
  • 03/04/2019 (10:22)
Le Statistiche di importazione di ChemOrbis suggeriscono che le importazioni complessive di PE in Cina nei primi tre mesi del 2019 hanno registrato un incremento annuo del 23% per raggiungere circa 2.5 milioni ton, la cifra più alta delle statistiche dal 2001. Questo dato si aggiunge all’offerta già lunga nel paese.

Cosa ha causato l’offerta ampia?

Le scorte di due dei maggior produttori locali sono aumentate da metà febbraio, con la fine del Capodanno cinese, a causa della domanda bassa.

Il totale record delle importazioni di PE a gennaio e febbraio sembra aver contribuito all’offerta già lunga in atto.

Import PE di febbraio perde slancio, ma import totale resta alto

Le importazioni di PE in Cina a febbraio hanno visto delle flessioni su gennaio, quando le importazioni mensili hanno toccato i massimi storici. Questo a causa della scarsa attività di trading per le celebrazioni del Capodanno cinese.

Tuttavia, le importazioni complessive di PE nei primi due mesi del 2019 sono aumentate ancora su base annua, indicando un massimo storico.

HDPE

Nel periodo di gennaio-febbraio, il totale delle importazioni di HDPE nel paese è aumentato di circa il 13% sull’anno, per raggiungere quasi 1.2 milioni di ton.

L’Arabia Saudita è stato il primo fornitore di HDPE in Cina durante questo periodo, con un totale di oltre 555,000 ton.

LDPE

Il totale delle importazioni di LDPE nei primi due mesi del 2019 ha registrato un incremento annuo dell’11% per raggiungere le 490,000 ton, mentre il principale esportatore è stata l’Arabia Saudita con 140,000 ton.

LLDPE

Tra tutti i prodotti di PE, le importazioni di LLDPE in Cina hanno registrato l’incremento annuo più alto tra gennaio e febbraio.

Il totale delle importazioni di LLDPE a gennaio-febbraio è aumentato del 48% sull’anno, per essere riportato a circa 858,000 ton, con l’Arabia Saudita come maggiore importatore con oltre 325,000 ton.

Carichi import ai porti si aggiungono a preoccupazioni per l’offerta lunga

I player cinesi hanno inoltre riportato che i carichi di importazione fermi ai porti sono aumentati durante marzo perché diversi player hanno preferito posticipare le consegne ad aprile, così da poter usufruire del taglio dell’IVA. Il governo cinese ha ridotto l’IVA nel settore manifatturiero dal 16% al 13% il 1° aprile, come parte dei nuovi tentativi per supportare l’economia.

In un mercato in cui l’offerta è già considerata ampia, la disponibilità di altri carichi di importazione in attesa nei porti ha aggiunto ulteriore pressione sui venditori, come commentato da alcuni player.

Prova Gratuita