Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Commissione Europea rivede ADD su import PET dalla Cina

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 14/12/2016 (18:53)
Secondo un documento rilasciato dalla Commissione Europea il 2 dicembre 2016, la commissione ha cancellato il processo per la revisione della scadenza degli attuali dazi antidumping sulle importazioni di PET dalla Cina. La richiesta di revisione era stata fatta da un’associazione commerciale no profit che rappresenta i produttori che forniscono oltre il 25% di PET nell’Unione europea. Il Committee of PET Manufacturers in Europe (CPME) nel 2015 aveva affermato che la scadenza dei dazi antidumping avrebbe potuto portare nuovamente dumping e danni alle industrie nell’Unione.

I dazi antidumping attualmente in vigore avevano iniziato ad essere imposti dalla Commissione Europea nel 2010.

Dopo diverse valutazioni, la Commissione ha deciso che il termine dei dazi non va contro i benefici dell’Unione e ha considerato che il processo per la revisione della scadenza dovesse terminare.

I player in Asia hanno valutato il processo e condiviso le loro opinioni. Un buyer in Tailandia ha confermato che i dazi antidumping sulle importazioni di alcuni gradi di PET dalla Cina scadranno nel 2017, affermando “Non crediamo che questo avrà un forte impatto dato che continuerà ad essere imposto un dazio doganale del 6.5%”.

Una fonte di un produttore della Cina ha commentato “Crediamo che il termine della revisione della scadenza significhi che l’UE non imporrà dazi antidumping sul PET importato nella regione dalla Cina. Rimarrà comunque in vigore un dazio doganale del 6.5% e quindi questo non colpirà fortemente il mercato”.

Una fonte di un altro produttore della Cina ha riportato che la Commissione Europea annuncerà ufficialmente la fine delle investigazioni entro il primo trimestre del 2017.
Prova Gratuita