Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Corea del Sud, società petrolchimiche mirano a espansione estera

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 31/03/2017 (13:19)
Secondo quanto riportato dai media, le società petrolchimiche della Corea del Sud hanno intenzione di ampliare le destinazioni di esportazione e costruire più impianti di produzione all’estero per diminuire la dipendenza dalla Cina.

LG Chem, il cui 60% delle esportazioni sono dirette in Cina, sta cercando di rafforzare la sua presenta oltremare, in particolare nei mercati del Nord America ed europeo. La società possiede inoltre degli impianti in Vietnam e Polonia.

Un’altra società petrolchimica della Corea del Sud, Lotte Chemical Corp. gestisce degli impianti in Malaysia e negli USA. Dopo aver acquisito la società petrolchimica malese Titan Chemicals Corp. Bhd. nel 2010 per $1.2 miliardi, la società si sta impegnando in una joint venture negli USA con la società chimica statunitense Axiall Corp. Ha costruito inoltre un complesso di prodotti chimici e gas in Uzbekistan nel 2016.

SK Global Chemical è un’altra società in Corea del Sud, che ha iniziato un business globale con SABIC (Arabia Saudita) l’anno scorso. Oltre al cracker a nafta in joint venture con Sinopec in Cina, la società ha annunciato che acquisirà la divisione di Dow Chemical Co. di acido etilen-acrilico negli USA e in Spagna oltre alle relative tecnologie per entrare nel settore dell’imballaggio.

La Corea del Sud si lamenta della forte dipendenza dal mercato cinese e dal condizionamento dei problemi nel mercato cinese. Il recente boicottaggio della Cina verso la società coreana Lotte è considerato uno degli esempi recenti di questa situazione. Questa dipendenza dovrebbe diminuire con la fusione o costituzione di joint venture all’estero.
Prova Gratuita
Login