Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Costi di spedizione in rialzo ostacolano la domanda di polimeri in Cina, SEA

di Pınar Polat - ppolat@chemorbis.com
  • 16/06/2021 (10:35)
La domanda di polimeri in Asia è stata limitata poiché la ripresa del Covid nel Sudest Asiatico da aprile e l’aumento dei nuovi casi in Cina hanno portato a vari lockdown e restrizioni a livello nazionale. Oltre alla domanda colpita dal Covid, ci sono anche i costi di trasporto alle stelle, che stanno subendo ulteriori pressioni al rialzo a causa delle interruzioni della forza lavoro nei porti e della congestione portuale in Cina.

Tassi di nolo rimangono alti

I costi di spedizione sono aumentati costantemente da novembre 2020, spinti da una ripresa più rapida del previsto della domanda manifatturiera, prima in Cina e poi in tutto il mondo. Anche la carenza di container e il numero limitato di navi sono tra i fattori che incidono sulla capacità di trasporto verso ogni rotta.

Sebbene si prevedesse una diminuzione dei tassi di nolo dopo le vacanze del Capodanno cinese a febbraio, il blocco temporaneo del Canale di Suez ha spinto i costi di alcune rotte verso nuovi massimi a metà aprile.

Da quando Yantian International Container Terminals, il quarto porto commerciale più trafficato al mondo, è stato parzialmente chiuso per alcuni giorni alla fine di maggio a causa dell’inasprimento delle restrizioni per via dell’aumento dei casi di Covid-19 a Guangdong, Cina, le catene di approvvigionamento globali hanno dovuto affrontare tempi di consegna più lunghi e costi di nolo più elevati.

Situato nel sud della Cina, Guangdong è un centro industriale che ospita aree di produzione per tutte le principali industrie petrolchimiche.

Player Cina SEA condividono preoccupazioni simili

In seguito ai recenti sviluppi, diversi player hanno espresso preoccupazioni simili su come è stata colpita la domanda dai vari mercati di esportazione.

Una fonte di un produttore cinese di PVC ha affermato, "I costi di spedizione aumentano quasi ogni settimana, ostacolando le attività di esportazione. Per le rotte distanti, il costo arriva fino a $150/ton mentre è di circa $70-80/ton per il Sudest Asiatico”.

“I costi di trasporto più elevati hanno colpito la domanda di esportazione per molti prodotti finiti di PE fabbricati in Cina. Di fronte al calo della domanda, i trasformatori hanno ridotto la produzione e i volumi di acquisto delle materie prime", ha spiegato un trader di PE con sede in Cina.

Un trasformatore vietnamita ha commentato, “Gli attuali costi di nolo dal Vietnam agli Stati Uniti sono quasi raddoppiati rispetto alla fine dello scorso anno. Di conseguenza, alcuni trasformatori stanno avendo difficoltà a esportare. Preferiscono mantenere i loro prodotti nei magazzini o ridurre i tassi di produzione per evitare scorte elevate”.

Un produttore di poliolefine della Malesia ha anche osservato, "La Cina sta avviando troppe nuove capacità di PP, PE e i tassi di nolo sono notevolmente più alti. Pertanto, i riesportatori hanno difficoltà a condurre la propria attività”.
Prova Gratuita
Login