Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Disordini logistici spingono in rialzo le offerte import di PP, PE in Europa

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 06/09/2021 (10:27)
In Europa, i player si sono trovati davanti a un sentimento cambiato al rientro dalle ferie estive poiché i prezzi delle origini non europee sono stati rivisti in rialzo, insieme con i costi di trasporto in salita e i disordini logistici. I fornitori di Medio Oriente, USA e Asia hanno aumentato le offerte per l’Europa dall’inizio di settembre.

Restringimento dell’offerta supporta aumenti per le origini import

I problemi di trasporto da Medio Oriente e Asia per la mancanza di container ha frenato il flusso di importazioni verso il blocco, portando quindi a un calo della disponibilità.

Il PPBC dalla Corea del Sud era stato offerto dieci giorni fa con aumenti a €1700/ton CIF Italia, 60 gg. Intanto, un distributore ha riportato aumenti di circa €100/ton per il materiale sudcoreano con consegna a settembre, attribuendoli ai tassi di nolo dall’Asia alle stelle. L’mLLDPE C6 dagli USA è stato commercializzato a €1450-1500/ton DDP Italia, 60 gg, indicando aumenti di €60/ton per agosto. Questo per carichi in arrivo a settembre-ottobre.

Inoltre, i prezzi sui minimi sono scomparsi dal mercato spot perché le origini non europee hanno visto aumenti nelle scorse settimane. Le offerte di PE dalla Turchia e dall’est e centro Europa sono state riviste in rialzo, cancellando parte delle perdite precedenti. Un buyer ha affermato di aver ricevuto offerte di LDPE dalla Turchia sopra i livelli di agosto.

Occhi sulle conseguenze del passaggio dell’uragano Ida

Ad aggiungersi al sentimento in salita dovuto dalla disponibilità in calo delle importazioni c’è l’interruzione alla produzione di diversi complessi petrolchimici negli USA causata dall’uragano Ida. Le unità di derivati di ExxonMobil, Pinnacle Polymers and DowDuPont sono state fermate a seguito dell’evento atmosferico.

Andando verso l’ultimo trimestre del 2021, il PE dagli USA rimarrà limitato, come per buona parte dell’anno, per la domanda domestica robusta e i problemi logistici.

Quali saranno gli effetti sulle origini europee?

Le nuove offerte di settembre dalle fonti regionali erano ancora attese la scorsa settimana, con aspettative concentrate per lo più su un trend da stabile a in lieve rialzo. I venditori mirano a spingere per leggeri aumenti per i gradi più corti come LDPE, mLLDPE e PPBC, indicando le difficoltà nel procurarsi le materie prime.

Tuttavia, i nuovi aumenti potrebbero non essere assorbiti poiché i prezzi nei mercati spot restano gonfiati, con i buyer che lamentano un calo degli ordini in alcuni settori. Alcuni di loro avevano fatto del pre-buying durante la pausa estiva mentre l’offerta regionale di PP dovrebbe migliorare dopo la revoca delle forze maggiori. Diversi player si aspettano che i prezzi restino stabili, con i prezzi in rialzo dalle origini non europee e i problemi logistici a frenare un possibile calo nel breve termine.

Prova Gratuita
Login