Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Domanda di polimeri in India in lenta ripresa dopo le ferite inflitte dalla pandemia

di Shibu Itty Kuttickal - sikuttickal@chemorbis.com
  • 03/06/2021 (10:41)
La domanda di polimeri in India ha visto un lento recupero da quando le restrizioni legate al COVID-19 si sono gradualmente allentate in diverse parti del paese. Il tasso di recupero, tuttavia, non ha dato ancora una spinta ai mercati. I trasformatori più grandi lavorano a tassi quasi completi mentre le piccole unità fanno fatica a ripartire.

Il calo della domanda di polimeri è rappresentato chiaramente dal Price Wizard di ChemOrbis, nei valori dell’import di PVC in India. Mostra che i prezzi delle importazioni verso l’India, il più grande importatore di PVC al mondo, sono crollati dell’8.2% nelle sei settimane iniziate a metà aprile. I prezzi hanno toccato i massimi storici prima che il trend ribassista iniziasse.



Il calo è coinciso con la seconda ondata di COVID-19, iniziata a metà marzo. La seconda ondata è cresciuta rapidamente, raggiungendo un picco di oltre 410,000 casi di positività al giorno nella prima settimana di maggio. I casi sono ora diminuiti e sono inferiori ai 200,000 su base giornaliera.

“Abbiamo visto che il 65-70% di capacità di trasformazione dei polimeri è tornata online grazie al continuo diminuire dei numeri della pandemia”, ha affermato un raffinatore.

“Le unità su larga scala sono attive e funzionano quasi a tassi completi ma la difficoltà è per i piccoli trasformatori, che stanno avendo problemi per la mancanza di manodopera. La maggior parte dei piccoli trasformatori non vuole far funzionare le unità per timori legati alle restrizioni, ancora in atto”, ha affermato.

L’impatto dell’aumento dei tassi di utilizzo sul mercato potrebbe non sentirsi subito. “Ci aspettiamo un impatto dell’aumento sul mercato delle capacità produttive tra metà giugno e metà luglio”, ha aggiunto.

Intanto, il tasso di recupero lento dei mercati dei prodotti finiti continua a destare preoccupazione. La domanda di polimeri può migliorare solo se c’è un recupero significativo della domanda di prodotti finiti in plastica.

Lockdown revocati gradualmente

Con il calo dei casi di COVID, diversi stati indiani hanno iniziato a revocare i lockdown e a riaprire gradualmente. Molti governi federali, tuttavia, hanno esteso le restrizioni per il COVID-19 con alcune eccezioni. “La domanda sta tornando ma il tasso di recupero non ha entusiasmato il mercato”, ha affermato un consulente di marketing con decenni di esperienza sul mercato indiano alle spalle.

Il consulente ha visto un calo del 10-15% della domanda di polimeri con la seconda ondata. C’è stato tuttavia un miglioramento rispetto a un mese fa, quando gli osservatori del settore avevano indicato un calo del 30-40% della domanda dopo che la seconda ondata ha colpito il paese.

La seconda ondata ha lasciato più di dieci milioni di indiani senza lavoro, come riportato dal responsabile di un gruppo di esperti sull’economia del paese ai media indiani. “Circa il 97% delle entrate delle famiglie è diminuito da quando la pandemia è iniziata lo scorso anno”, ha aggiunto. Questo indica una situazione economica che potrebbe far diventare la mancata ripresa della domanda di prodotti finiti in plastica un problema permanente.

Attese piogge monsoniche regolari quest’anno

Intanto, le piogge monsoniche che segnano l’inizio della stagione dei quattro mesi di piogge hanno iniziato a colpire l’India a inizio giugno, in linea con gli altri anni. Durante la stagione delle piogge, la domanda di PVC nel paese rallenta per l’attività ridotta.

Secondo i meteorologi, il paese dovrebbe vedere un numero regolare di piogge monsoniche quest’anno.
Prova Gratuita
Login