Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Domanda polimeri si raffredda in Turchia: correzioni in vista per PP, PE e PVC?

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 19/06/2020 (11:56)
La domanda in calo è stata ampiamente in primo piano questa settimana in Turchia. I buyer di PP, PE e PVC sono rimasti inattivi non solo perché sono coperti adesso, ma anche perché i mercati globali hanno spostato l’attenzione ai nuovi casi di COVID-19 in Cina.

Prezzi PP import per lo più stabili sui massimi degli ultimi due mesi

I prezzi di PP omo sono aumentati stabilmente da quando sono rimbalzati a maggio sulla scia del ritorno della domanda, dei costi di produzione in crescita e dell’offerta in calo. In totale, il PP raffia è aumentato del 20% in media da allora, secondo i dati di ChemOrbis. I prezzi di PP fibra sono aumentati del 14% nonostante la domanda di prodotti finiti calma dai mercati dell’export.

I rapidi aumenti e i problemi di produzione non programmati da parte del produttore domestico di poliolefine Petkim, hanno generato una maggiore domanda da parte dei trasformatori turchi. L’ottimismo dovuto alla riapertura di diversi mercati europei ha contribuito all’incremento del sentimento d’acquisto.

Tuttavia, i player hanno iniziato ad interrogarsi sulla durata degli aumenti la scorsa settimana, affermando che i prezzi di PP rafia sono aumentati troppo, nonostante gli aumenti minori in Cina. Secondo i dati medi settimanali di ChemOrbis, il mercato del PP fibra ha un premio di soli $10/ton sulla rafia, il più basso da luglio 2018.


Intanto, il mercato del PP omo di importazione in Turchia ha un premio di circa $81/ton sui livelli della Cina, secondo la media settimanale dei dati di ChemOrbis.



PE dal MO vede leggeri tentativi di aumento, USA leggermente rivisto
La posizione sfavorevole del PE americano contro le origini del Medio Oriente è stata messa in primo piano nella seconda metà di giugno. I carichi dagli USA hanno perso il loro vantaggio sulle offerte perché le due origini sono state commercializzate quasi alla pari dopo i forti aumenti dello scorso mese. Anche se i fornitori hanno testato livelli al di sopra della soglia dei $800/ton CFR Turchia, hanno trovato poco interesse sulla base dei termini di consegna lunghi e del gap ristretto con le altre origini.

Come si può vedere dalla Fotografia di Mercato di seguito, gli aumenti sui prezzi di HDPE e LLDPE film dagli USA hanno superato l’origine del Medio Oriente, facendo un confronto rispetto a due mesi fa.

*Clicca il tasto destro per visualizzare l’immagine a schermo intero in un’altra scheda.



I trader hanno ammesso “Le offerte e le idee di acquisto hanno un ampio gap perché i prezzi di HDPE e LLDPE film sopra la soglia degli $800/ton non vengono accettati. Molti buyer sembrano evitare i carichi di luglio, citando l’outlook poco chiaro di agosto. Inoltre, hanno già chiuso gli acquisti durante i rapidi aumenti”.

Un trasformatore ha riportato a ChemOrbis di aver ricevuto offerte per LLDPE C4 film inferiori a $800/ton verso la fine della settimana. Anche se il prezzo non è stato ampiamente confermato dai player al momento della pubblicazione, ha affermato “Credo che il PE americano abbia già dato segnali di cali perché l’attività è rallentata in Turchia”.

Per quanto riguarda le origini del Medio Oriente, alcuni player si aspettano che le offerte iniziali di luglio emergano con modesti aumenti fino a che il petrolio resterà attorno ai $40/bbl. Questo sulla base della possibilità che i volumi dalla regione siano ridotti, come a giugno. Tuttavia, la domanda determinerà se gli aumenti verranno o meno digeriti dal mercato.

Anche se il complesso energetico è stato volatile visto il crescente numero di infezioni in Cina, Giappone, USA, Sud America e Africa durante la settimana, la risposta dei prezzi delle materie prime è stata tiepida. Le prime attese per i contratti di luglio indicano leggeri aumenti, secondo alcuni partecipanti.

Guardando i netback teorici, gli ultimi livelli di prezzo in Cina non esercitano una pressione ribassista sui mercati del PE di importazione in Turchia.

Buyer trovano PVC europeo a $850/ton CFR non attuabile

I consumatori di PVC si sono assicurati quanto più materiale possibile durante gli aumenti che hanno portato a un incremento di oltre il 20% dei prezzi in un mese. Il fattore principale dietro i forti aumenti è stato l’export vivace verso Cina e India dopo la fine dei lockdown.

I prezzi del k67 di importazione sono aumentati del 24% da maggio perché né gli europei né le fonti USA sono state molto generose con la Turchia in termini di offerta, visti i costi in rialzo e la speranza di un recupero della domanda generale.

Un trasformatore di profili ha affermato, “Preferiamo aspettare per un po’ perchè riceveremo il materiale acquistato a livelli più alti. Il settore costruzioni è in ripresa, ma aspettiamo nuovi progetti”.


Un produttore del nord Europa ha aumentato le offerte di k67 per una allocazione limitata a $840-850/ton questa settimana, ma ha trovato la resistenza delle maggior parte dei clienti, come ampiamente confermato. Un trader ha affermato “Le idee di acquisto sono tornate a $800-810/ton e alcuni trasformatori vedono possibili delle revisioni di prezzo”.
Prova Gratuita
Login