Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Dow annuncia profitti del quarto trimestre e l'espansione degli impianti di etilene

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 31/01/2020 (14:44)
Dow Chemical Company, una multinazionale americana chimica e una consociata di Dow Inc., ha annunciato dati trimestrali più bassi per il suo segmento Packaging & Specialty Plastics.

Le vendite nette del segmento sono state di $4,8 miliardi nell’ultimo trimestre del 2019, in calo del 18% rispetto ai risultati pro-forma nel periodo dell’anno precedente. Anche il volume è diminuito del 3% su base annua, trainato dalle minori vendite di sottoprodotti di idrocarburi risultanti dai previsti fermi impianto in Europa.

L’EBIT operativo è sceso dai risultati pro-forma di $839 milioni nello scorso anno a $648 milioni. La riduzione dei margini in PE e la riduzione degli utili azionari hanno più che compensato i risparmi sui costi e gli aumenti di volume nel settore del packaging e delle materie plastiche speciali, ha affermato la società.

Anche le vendite nette totali di Dow sono diminuite del 15% rispetto ai risultati pro-forma dello scorso anno a $10,2 miliardi, principalmente a causa della riduzione dei prezzi locali in tutti i segmenti operativi a causa del calo dei prezzi globali energetici.

Il volume totale dell’azienda è diminuito del 2% su base annua e l’EBIT operativo totale per il quarto trimestre è stato di $1,03 miliardi, in calo rispetto a $1,28 miliardi nel periodo di un anno fa.

"Nel trimestre abbiamo sperimentato simili contrasti economici come abbiamo visto tutto l’anno, tra cui la compressione dei prezzi e dei margini, in parte guidata da una maggiore offerta del settore e da macro incerte", ha affermato Jim Fitterling, CEO della società.

Fitterling ha anche annunciato piani per espandere la capacità presso la struttura di etilene della società nel Canada occidentale durante la dichiarazione degli utili.
Di conseguenza, la capacità dell’impianto sarà aumentata di circa 130.000 tonnellate con l’aggiunta di un’altra fornace. Dow investirà congiuntamente nell’espansione con un cliente regionale, condividendo uniformemente i costi del progetto e la produzione di etilene.

Dow detiene il 50% della proprietà del cracker E3 per etilene a Joffre, Alberta, in Canada, gestito dalla NOVA Chemical Corporation. La capacità di etilene del cracker è di 1,27 milioni di ton/anno.
Prova Gratuita
Login