Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

EIA: Scorte petrolio USA raggiungono massimi record la scorsa settimana

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 11/06/2020 (17:06)
Secondo il Weekly Petroleum Status Report pubblicato dalla U.S. Energy Information Administration (EIA) il 10 giugno, le scorte commerciali del petrolio (escluse quelle della Strategic Petroleum Reserve) sono aumentate di 5.7 milioni di barili per registrare un massimo record di 538.1 milioni di barili per la settimana terminata il 5 giugno rispetto alla settimana precedente. Le scorte sono diminuite di 2.1 milioni di barili per la settimana terminata il 29 maggio.

Le scorte di petrolio USA sono circa il 14% superiori alla media quinquennale per questo periodo dell’anno, e si sono attestate ai massimi livelli mai visti.



L’inaspettato aumento delle scorte è stato dovuto principalmente alle maggiori importazioni e ai livelli più bassi delle esportazioni. L’EIA ha mostrato che le importazioni di petrolio negli USA hanno registrato una media di 6.9 milioni di barili durante la settimana terminata il 5 giugno, con un aumento di 700,000 barili rispetto alla settimana precedente.



Il rapporto tra le scorte nette (tenute nelle raffinerie e le cisterne) e le capacità di stoccaggio di funzionante per il totale degli USA è stato riportato al 61%, invariato rispetto alla settimana precedente.



I dati hanno inoltre mostrato che l’accumulo delle scorte era principalmente concentrato sulla costa del Golfo, con un aumento del 2% o di 6.87 milioni di barili rispetto alla settimana precedente. Anche le scorte presso il deposito di Rocky Mountain sono aumentate dall’1% al 57% durante la settimana terminata il 5 giugno.

Dall’altra parte, i depositi di East Coast, Cushing e West Coast hanno registrato diminuzioni rispettivamente del 2%, 3% e 4% nei livelli delle scorte la scorsa settimana. I livelli di stoccaggio nel deposito del Midwest, nel frattempo, sono rimasti invariati al 58% per la settimana terminata il 5 giugno.
Prova Gratuita
Login