Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Economie asiatiche si preparano a gravi conseguenze per la diffusione del coronavirus

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 17/02/2020 (18:55)
Diverse economie asiatiche hanno iniziato a risentire degli effetti immediati dell’epidemia di coronavirus, che ha causato 1,770 morti finora. Con le crescenti preoccupazioni di una recessione globale guidata dalla Cina, epicentro dell’epidemia, altre economie in Asia hanno iniziato a prepararsi a possibili rallentamenti.

Cina

La Banca popolare cinese ha adottato nuove precauzioni contro i possibili gravi effetti del COVID-19 nella giornata odierna, poiché l’epidemia rappresenta una grave minaccia per l’economia.

La banca centrale cinese ha tagliato i tassi di interesse sui prestiti di medio termine alle istituzioni finanziarie da CNY200 miliardi ($28.65 miliardi) di 10 punti base al 3.15% dal precedente 3.25%. La decisione della banca, che ha portato i tassi ai livelli più bassi dal 2017, supporta le banche locali che hanno già risentito degli effetti del virus sull’economia.

All’inizio del mese, la banca ha versato CNY1.2 mila miliardi di yuan nel sistema nel tentativo di supportare ulteriormente l’economia in calo.

Secondo gli ultimi dati della National Health Commission della Cina, il numero di decessi all’interno del paese è salito a 1,665, con 68,500 infezioni confermate.

Singapore

Il governo di Singapore ha abbassato l’outlook della crescita del prodotto interno lordo (PIL) a un range di -0.5 / 1.5% dal precedente 0.5 / 2.5% per il 2020. Il governo ha citato i crescenti rischi per la crescita dell’economia cinese dietro la revisione in ribasso poiché le aziende locali hanno iniziato a risentire di una forte pressione dalla diffusione del coronavirus.

È stato riportato che l’economia di Singapore potrebbe contrarsi per la prima volta in 19 anni ed è oggi più dipendente dalla Cina in termini di esportazioni, turismo e manifatturiero rispetto al 2003, quanto la SARS aveva colpito su scala globale. Il paese avrebbe contato 60 casi di infezioni da coronavirus.

Per compensare il danno del virus, il governo di Singapore dovrebbe lanciare un importante piano finanziario questa settimana. Il primo ministro Lee Hsien Loong avrebbe dichiarato che l’impatto del coronavirus sull’economia è più duro di quello della SARS nel 2003.

Giappone

Per quanto riguarda il Giappone, il PIL del paese è diminuito a un tasso annuo del 6.3% alla fine del 2019, il più veloce dal 2014, secondo i dati destagionalizzati pubblicati dall’Ufficio di Governo. Questo ha fatto crescere le preoccupazioni secondo cui la terza economia globale potrebbe finire in recessione, portando dietro di sé anche l’outlook di crescita di altre economie.

Come risposta agli ultimi dati, Yasutoshi Nishimura, il ministro dell’economia del Giappone, ha riferito di essere pronto a prendere tutte le misure necessarie a mitigare l’impatto del coronavirus sull’economia del paese.

Il COVID-19 si è diffuso rapidamente in Giappone, dopo il primo caso riportato il 13 febbraio. Sono stati identificati altri 44 nuovi casi sulla nave da crociera Diamond Princess, ferma nel porto di Yokohama con circa 3,700 persone a bordo, secondo quanto riportato dai media.

Tailandia

Secondo l’Ufficio nazionale dell’economia e il Consiglio per lo sviluppo sociale, l’economia della Tailandia è rallentata al 2.4% nel 2019, il tasso di crescita più basso degli ultimi cinque anni. Inoltre, la crescita dell’economia del 1° trimestre potrebbe subire una frenata dal turismo colpito dal virus, mentre l’economia della Tailandia dovrebbe decelerare nel medio termine.

Considerando questo fattore, gli analisti si aspettano che la Bank of Thailand possa tagliare i tassi di interesse a nuovi livelli minimi. Il tasso di interesse di riferimento è già al livello più basso dal 2010 da novembre 2019.

Prova Gratuita
Login