Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Egitto indaga su import di PET da cinque paesi

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 07/07/2014 (18:19)
Secondo fonti dei media, il Ministero dell’Industria e del Commercio estero dell’Egitto Mounir Fakhry Abd El Nour ha accettato di aprire un’indagine sull’import di PET da cinque paesi specifici: India, Cina, Malaysia, Pakistan and Oman.

Secondo un comunicato stampa, il Capo del Dipartimento Anti-dumping, Subsidy & Safeguard, Ibrahim el Siginy, ha confermato di aver ricevuto delle lamentele supportate da documenti dall’industria nazionale. Questi documenti mostrerebbero che le offerte di PET da India, Cina, Malaysia, Pakistan, Oman, Tailandia e EAU arrivano nel paese a prezzi inferiori, danneggiando l’industria egiziana.

El Siginy ha sottolineato che l’autorità che investiga ha esaminato l’accuratezza e la completezza dei documenti del reclamo e hanno avvisato i rispettivi governi per aprire una discussione con l’autorità egiziana per raggiungere una soluzione accettabile.

Ha aggiunto che secondo l’art. 58 dello Statuto Interno, è stata tenuta una sessione di consultazione con i rappresentanti della Repubblica popolare cinese e del governo degli EAU, mentre la Tailandia è stata esclusa dalle procedure di indagine perché il volume dell’import è inferiore al 4% del mercato totale. Gli Emirati Arabi Uniti sono stati esclusi dalle indagini per la stessa ragione.

El Siginy ha affermato che è stato raggiunto un accordo per l’avvio delle procedure di indagine.
Prova Gratuita
Login