Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Egitto rivede razionamento, colpiti trasformatori di PET

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 04/07/2014 (15:42)
Il governo egiziano ha deciso di fermare gradualmente il supporto finanziario che offre ai cittadini sotto forma di generi alimentari, tra cui olii commestibili. Il governo aveva assegnato a ogni famiglia una certa quantità di olio per persona a prezzi inferiori a quelli di mercato.

Tuttavia il sistema di sussidi è cambiato nella prima metà di luglio. Il supporto non sarà infatti misurato a chili o confezioni, ma sarà offerto in valuta locale. I prezzi dei beni saranno aumentati al livello di mercato attuale e le persone potranno decidere di quale sussidio alimentare usufruire su base mensile e non dovranno prendere solo olio, riso o zucchero.

Dopo i nuovi sviluppi, la domanda di olio potrebbe diminuire di almeno il 20%. Questa nuova normativa colpirà anche il mercato del PET. I produttori di bottiglie in PET dovranno produrre le bottiglie con nuove forme e misure per andare incontro alle nuove condizioni del mercato. Questo richiederà che i produttori cambino le normali preforme che usano per fare le bottiglie.

Un trader del Cairo ha commentato "I cambiamenti della strategia di razionamento in Egitto colpirà i produttori di prodotti finiti in PET, perché il governo ora punta a cambiare la forma delle bottiglie. Questo richiederà che i produttori cambino le normali preforme che utilizzano e questo potrebbe richiedere almeno tre mesi".

Un altro trader ha detto "La riorganizzazione delle forme delle bottiglie colpirà i settori pubblico e privato. I consumatori potrebbero ridurre il consumo di olio e questo colpirà i trasformatori di PET. Oltre a ciò, cambiare gli stampi in linea con le richieste del governo potrebbe richiedere due o tre mesi".

Un produttore di bottiglie in PET ha detto "Questa nuova politica colpirà i trasformatori, soprattutto i più grandi, che hanno consumato circa 1,000 ton di PET al mese per produrre bottiglie, perché hanno contratti con il governo legati al programma di sussidi".
Prova Gratuita
Login