Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Etilene e propilene asiatici in backwardation più forte per domanda, eccesso offerta

di Jennifer Lee - jlee@chemorbis.com
  • 10/06/2021 (10:36)
Le curve forward asiatiche di etilene e propilene sono rimaste in backwardation nelle ultime settimane. Il sentimento è rimasto ribassista dato che i timori sulla domanda persistono per l’andamento poco brillante dei mercati a valle. Alla pressione sui prezzi si aggiunge anche la preoccupazione per l’aumento dell’offerta nel Nordest Asiatico, sia di etilene che di propilene.

Anche se l’offerta attuale nel Nordest Asiatico è ancora scarsa, la maggior parte delle manutenzioni dei cracker sarà completata entro luglio. Di immediata preoccupazione per l’etilene, sono gli avvii dei cracker della Corea del Sud da giugno ad agosto.

La GS Caltex della Corea del Sud, la seconda raffineria più grande dopo SKGC, sta costruendo un cracker ad alimentazione mista con capacità di 700,000 tons/anno di etilene e 350,000 tons/anno di propilene. Il cracker dovrebbe essere avviato intorno a giugno 2021. Il produttore avrà altre 200,000 tons/anno di etilene per le vendite commerciali. Il terzo cracker di LG Chemical a Yeosu sarà operativo intorno a luglio-agosto 2021. Il cracker avrà 800,000 tons/anno di capacità di etilene.

La Cina, essendo il principale importatore di etilene, aggiungerà otto cracker di etilene nel 2021, con una capacità totale di 7.8 milioni di tons. Questo aumenterà la capacità di etilene della Cina a circa 40 milioni di tons entro la fine di quest’anno, o un aumento stimato del 23% rispetto al 2020.

Il cracker di etilene da 1 milione di tons/anno alimentato a propano di Wanhua Chemical è stato avviato alla fine del 2020. Il cracker a gas da 600,000 tons/anno di Ningbo Huatai Shengfu, avviato nel primo trimestre, e il cracker di nafta da 1 milione di tons/anno della raffineria di Gulei nel Fujian, che dovrebbe entrare in funzione nel terzo trimestre, dovrebbero fornire ciascuno circa 9,000 a 10,000 tons/mese di etilene nel mercato commerciale. Il cracker ad alimentazione di etano da 1.25 milioni di tons/anno del produttore petrolchimico Zhejiang Satellite è stato avviato di recente.

Per quanto riguarda il propilene, la società cinese Fujian Meide Petrochemical ha avviato il suo nuovo impianto di PDH da 660,000 tons/anno a Fuzhou, Fujian, all’inizio di febbraio. Oriental Energy ha anche avviato il suo impianto PDH di fase due di Ningbo da 600,000 tons/anno alla fine di febbraio, aumentando la sua capacità totale di propilene a 1.86 milioni di tons/anno. Il produttore cinese ha altri due impianti di PDH, un’unità da 600,000 tons/anno a Zhangjiagang e l’unità da 650,000 tons/anno a Ningbo, che lo rendono il più grande operatore cinese di PDH.

Prezzi estendono cali alla quarta settimana

Secondo il Price Wizard di ChemOrbis, i prezzi spot dell’etilene si sono attestati a $960/ton CFR Cina e $920/ton CFR Sudest Asiatico il 9 giugno, in calo di $65/ton sulla settimana. I prezzi spot del propilene sono stati quotati a $1050/ton CFR Cina, in calo di $25/ton sulla settimana.

Dall’inizio del trend ribassista quattro settimane fa, i prezzi spot dell’etilene hanno registrato un calo cumulativo del 17%, mentre il propilene è diminuito in totale dell’8%.



Outlook cauto per incertezza su ripresa mercati a valle

I trader hanno affermato che la maggior parte delle trattative della seconda parte di giugno e della prima metà di luglio sono state concluse ai livelli inferiori pari a $960-990/ton CFR NEA per l’etilene e a $1070-1080/ton CFR NEA per il propilene. I carichi CFR SEA sono stati scambiati con uno sconto di $30-40/ton rispetto ai prezzi NEA.

La debolezza dei mercati a valle e la mancanza di sostegno dai prezzi è particolarmente evidente per PE, PP e MEG. I prezzi del PE sono scesi per l’undicesima settimana consecutiva, e con LLDPE/HDPE a $1040-1130/ton CFR Cina/SEA, sono a un margine negativo per i produttori di PE della Cina e appena in punto di pareggio per i produttori di PE del Sudest Asiatico.

I prezzi del PP sono scesi ai minimi di quattro mesi, e con il PPH rafia e film a $1100-1230/ton CFR Cina/SEA, sono a un margine negativo per il PP della Cina e quasi positivo per il PP del Sudest Asiatico. I prezzi del PPBC a $1180-1360/ton CFR Cina/SEA sono ancora a margini positivi, nel frattempo.

L’aggiunta di ulteriore pressione sui prezzi è stata riportata anche da alcune vendite a prezzo aperto di alcuni trader durante questo mercato ribassista. Questi trader avrebbero mantenuto posizioni corte rispetto ai livelli di $1060-1080/ton CFR NEA e si dice che stiano ancora vendendo in ribasso l’etilene a $960-970/ton CFR NEA.

“Con la fine del nascente commercio di arbitraggio per l’etilene dall’USG verso l’Asia, e l’arbitraggio ora concentrato principalmente su USG/Messico verso l’Europa, ci sarà almeno poca pressione sull’offerta da parte degli USA su etilene o propilene. Inoltre, ci saranno manutenzioni imminenti di cracker in SEA tra luglio e settembre. Questo contribuirà a rafforzare l’offerta in SEA. Si spera che quando il petrolio tornerà di nuovo in rialzo, ci sarà più supporto per la nafta e questo potrebbe aiutare a limitare il livello minimo dei prezzi delle olefine", ha affermato un trader.
Prova Gratuita
Login