Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, PVC cerca destinazioni di esportazione per agosto

  • 29/07/2016 (11:40)
In Europa, i player dei polimeri si assenteranno dal mercato a causa della pausa estiva ad agosto. I produttori nella regione fermeranno la produzione a partire da fine luglio per due o tre settimane. Ora che la domanda nella regione ha iniziato ad essere meno forte, con il business di luglio che si sta chiudendo, il PVC dall’Europa potrebbe cercare destinazioni di esportazione per il prossimo mese.

Il mercato sta chiudendo il mese di luglio con un trend stabile, mentre alcune trattative per il PVC sono state riportate con piccoli aumenti. I fornitori europei dovrebbero annunciare rollover per agosto, senza escludere la possibilità di alcuni sconti, ipotizzando che i venditori cercheranno di far crescere le vendite prima della pausa. Inoltre, il contratto dell’etilene di agosto è stato chiuso in calo di €20/ton su luglio nella giornata di lunedì.

Secondo il Price Wizard di ChemOrbis, il mercato del PVC dell’Italia ha seguito un trend ribassista dopo la pausa estiva lo scorso anno, registrando diminuzioni consecutive da fine agosto a fine novembre.

La diminuzione dei prezzi delle materie prime, tra cui anche i future del petrolio e i costi spot della nafta in Europa, fanno pensare a possibili riduzioni anche per il prossimo mese, secondo alcuni player, mentre non sono emersi problemi riguardanti l’offerta di PVC nella regione. Nel nord Europa, gli utilizzatori di PVC mirano a sconti di circa €10/ton sulle trattative di agosto.

Per quanto riguarda le possibili destinazioni dove potrebbe essere diretto il PVC europeo, la domanda nel vicino mercato della Turchia è ferma da metà luglio a causa dei disordini politici e delle crescenti preoccupazioni per l’economia. L’aumento del tasso di cambio USD/TL e i problemi di liquidità hanno frenato l’attività. Un produttore di profili ha affermato “Le recenti tensioni politiche potrebbero colpire gli investimenti pubblici nel medio termine e di conseguenza anche il settore delle costruzioni. I buyer stanno limitando gli acquisti alle necessità immediate”. Le Statistiche di Importazione di ChemOrbis mostrano che la Turchia ha importato poco più di 161,000 tonnellate di PVC nei primi cinque mesi del 2016.

Nel mercato delle importazioni dell’Egitto sono emerse offerte irregolari dall’Europa nelle ultime settimane. Un trader ha commentato “L’apprezzamento dell’USD ha spinto i buyer ad adottare un atteggiamento di attesa. Crediamo che i venditori potrebbero subire una pressione una volta che Westlake (USA) riavvierà le operazioni. Inoltre potremmo vedere un maggior numero di carichi dall’Europa in Egitto ad agosto, e questo potrebbe influenzare le dinamiche di domanda-offerta”.

Nei mercati del PVC dell’Asia, le limitazioni dell’offerta e la domanda superiore alle attese in India hanno supportato il trend rialzista nel mercato del PVC a giugno e luglio, nonostante la stagione dei monsoni. Di conseguenza, le trattative per il PVC di importazione con spedizione a luglio e agosto sono emerse in rialzo in India, mentre le attese sono differenti per quanto riguarda i nuovi prezzi di settembre da un produttore di PVC di Taiwan. Alcuni player credono che il produttore non riuscirà ad ottenere ulteriori aumenti.

In Cina, il mercato del PVC ha continuato a seguire un trend rialzista questa settimana. Sebbene il calo dei costi dei feedstock getti un’ombra sulle attese di agosto, l’offerta limitata potrebbe contenere le diminuzioni, secondo i player. La domanda in Cina non è soddisfacente come in India.

L’offerta dagli USA è rimasta limitata a causa della forza maggiore dichiarata da Westlake Chemicals che ha portato ad un rialzo delle offerte domestiche e di esportazione. La società ha fermato il complesso petrolchimico a Calvert City nel Kentucky, a causa di un problema meccanico al cracker. Le capacità della società di EDC, VCM e PVC sono rimaste inattive per 50 giorni, mentre il complesso è attualmente in fase di riavvio. Di conseguenza, l’offerta dagli USA potrebbe migliorare nei prossimi giorni.

Il PVC dall’Europa potrebbe avere difficoltà nel trovare destinazioni di esportazione, considerando la domanda debole in Turchia e in Cina per ragioni economiche, secondo alcuni player, mentre la crescita dell’offerta dagli USA potrebbe esercitare una pressione ribassista sui target di rollover dei fornitori europei.
Prova Gratuita