Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Europa, attese differenti nel mercato del PP per giugno

  • 20/05/2016 (11:12)
In Europa, le trattative per il PP di maggio si stanno chiudendo con rollover o aumenti modesti fino a €30/ton in questi giorni, in quanto i venditori hanno rivisto le richieste iniziali a causa della domanda debole. I player hanno già iniziato ad esprimere le loro attese per giugno, in un mercato in cui la domanda è ridotta e i costi in rialzo.

In Italia e nel nord Europa, le transazioni di maggio sono state per la maggior parte riportate a livelli stabili o in rialzo di €10-20/ton sui livelli di aprile questa settimana. Le attese sono per un trend stabile il prossimo mese, mentre alcuni player non escludono la possibilità di piccoli sconti, citando le condizioni della domanda. Dall’altra parte, altri player sostengono che l’aumento dei prezzi spot della nafta e del propilene nella regione potrebbero non portare ad un miglioramento del mercato del PP, a seconda della chiusura del contratto del propilene.

I future del petrolio Brent sono saliti di circa $1.33/barile sulla settimana, indicando un aumento di $3/barile rispetto a inizio maggio. L’incremento dei costi del petrolio ha portato i prezzi spot della nafta a salire sopra la soglia di $400/ton CIF NWE questa settimana. I costi della nafta sono incrementati di circa $30-35/ton sulla settimana rispetto a inizio maggio. I prezzi spot del propilene indicano finora un aumento di €30/ton su base FD NWE questo mese.

Un agente di un produttore del nord Europa ha osservato “Il nostro fornitore di PP ha ridotto gli aumenti da €40/ton a €15/ton. La domanda è stata inferiore alle attese a maggio”. Un distributore in Germania ha riferito “L’interesse all’acquisto è stato debole questo mese, mentre ci aspettiamo di vedere rollover a giugno”.

Un compoundatore in Germania ha acquistato volumi ridotti di materiale dopo aver pagato piccoli aumenti mensili. Il buyer ha affermato “La domanda per i prodotti finiti è calata di recente. I prezzi del PP potrebbero diminuire nei mesi estivi”. Alcuni venditori hanno attribuito l’attività ridotta alle festività nazionali di maggio, con un distributore che si è lamentato di aver venduto solamente poco più della metà delle allocazioni.

In Italia, un distributore ha confermato che la domanda è insoddisfacente, affermando “I prezzi dovrebbero seguire un trend stabile a giugno, dato che il mercato è debole, mentre i prezzi del petrolio sono in rialzo”. Un trasformatore ha sottolineato “La nostra fonte del nord Europa ha rivisto gli aumenti iniziali da €40/ton a €20/ton più avanti nel mese. Abbiamo preferito acquistare PP di importazione dalla Corea del Sud con consegna a giugno con un piccolo sconto, in aggiunta ad alcuni volumi acquistati a fine aprile. La domanda per i prodotti finiti ha perso forza”. Un altro buyer non ha acquistato materiale a maggio, sebbene il suo fornitore europeo regolare abbia rivisto le richieste di aumenti iniziali, in quanto il materiale di importazione da lui acquistato il mese precedente deve ancora arrivare.

Per quanto riguarda l’offerta, un paio di trasformatori hanno affermato che alcuni venditori hanno riportato di avere disponibilità limitata per alcuni gradi, sebbene non siano emersi problemi per ora. Intanto, la società francese Total ha dichiarato forza maggiore su alcuni polimeri tra cui PP, PE e PS dal complesso di Gonfreville a causa delle difficoltà dovute a uno sciopero nel paese. Il complesso di Gonfreville ha una capacità produttiva di 230,000 ton/anno di PP.
Prova Gratuita