Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, attese ribassiste prendono piede nel mercato del PE di novembre

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 21/10/2019 (11:16)
I tentativi di aumento iniziali sul PE per ottobre si sono dimostrati non attuabili nella maggior parte dei casi in Europa a causa della forte resistenza dei buyer ai prezzi prevalenti che ha portato a un rollover. Le trattative chiuse a livelli in rialzo sono rimaste poche mentre il sentimento ribassista ha preso piede per quanto riguarda il mercato di novembre.

Player alla fiera del K

Le attività di trading sono rallentate ulteriormente perché molti player hanno lasciato le loro scrivanie per partecipare alla fiera K dal 16 al 23 ottobre a Düsseldorf, Germania.

I livelli di scorta dei buyer sono riportati come buoni e questo dà loro un po’ di flessibilità nel posticipare gli acquisti fino a dopo la fiera o al mese prossimo.

Fornitori registrano ulteriore erosione dei margini per ottobre

Nonostante l’aumento di €20/ton del contratto dell’etilene, alcuni fornitori hanno dovuto concedere degli sconti sui livelli di offerta iniziali per generare domanda.

“Facciamo fatica a causa della debolezza della domanda per le preoccupazioni sull’economia e l’offerta lunga di PE. Se la domanda resta invariata, potremmo vedere delle diminuzioni durante il mese”, ha affermato un distributore.

Outlook PE di novembre in Europa legato al prossimo contratto dell’etilene

Oltre a ciò, diversi cracker sono tornati attivi dopo dei fermi impianto programmati e non. Questo, assieme alla domanda debole dei derivati, dovrebbe rafforzare la disponibilità del monomero nella regione.

Di conseguenza le attese ribassiste per il prossimo contratto dell’etilene stanno dominando l’outlook del mercato del PE in Europa. I costi della nafta e i prezzi spot dell’etilene che hanno seguito un trend volatile da inizio ottobre stanno aprendo la strada ad attese ribassiste per il contratto dell’etilene di novembre.

“Per novembre, abbiamo sentito voci di forti diminuzioni di €50/ton per il prossimo contratto dell’etilene ma speriamo di avere un’idea più chiara dell’outlook durante la fiera del K”, ha riportato un player.

Attività potrebbero rallentare per l’avvicinarsi della fine dell’anno

Oltre ai costi in calo delle materie prime, le condizioni di domanda-offerta mantengono l’outlook futuro piuttosto pessimista.

I prezzi di PE sono attesi in ribasso nella maggior parte dei casi per l’attività bassa in vista della fine dell’anno e l’attività di destoccaggio dei venditori, senza tralasciare la riluttanza dei buyer nell’impegnarsi con carichi nuovi a causa della domanda di prodotti finiti in calo. Secondo alcuni player, il mercato spot sarà meno appetibile in futuro perché molti trasformatori passeranno al mercato a contratto prima della fine dell’anno allo scopo di raggiungere il bonus sui volumi annuali previsti.

Tuttavia alcuni player mantengono attese di stabilità perché i prezzi sono già sui livelli minimi degli ultimi anni.
Prova Gratuita