Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Europa, costi etilene in rialzo per problemi di disponibilità

  • 21/10/2016 (11:19)
I prezzi spot dell’etilene in Europa stavano seguendo un trend rialzista da inizio ottobre nonostante gli aumenti dei mercati del petrolio, considerata l’offerta soddisfacente di monomero per l’ultimo trimestre dell’anno, prima che scoppiasse un incendio presso il complesso petrolchimico di BASF a Ludwigshafen, che ha forzato la società a fermare due cracker.

BASF ha fermato due cracker presso il complesso nella giornata di lunedì, a seguito dell’esplosione. I due cracker hanno una capacità combinata di 620,000 ton/anno. Secondo le ultime notizie, BASF sta per riavviare i cracker, ma la società ha dovuto dichiarare forza maggiore sul consumo di propilene, etilene e nafta a causa dei problemi ai gasdotti. I cracker non sono tuttavia stati colpiti dall’incendio.

Dopo la notizia dell’esplosione, i prezzi dell’etilene si sono ripresi nella regione. Da lunedì, i costi spot dell’etilene su base FD NWE hanno continuato a registrare incrementi, portando ad aumenti totali di €20/ton sulla settimana. I player hanno iniziato a chiedersi se i problemi dell’offerta di monomero porteranno ad un cambiamento dell’outlook ribassista del PE per novembre oppure no.



Fonte: Price Wizard di ChemOrbis

Oltre a BASF, anche altri cracker nella regione hanno avuto problemi o sono fermi per manutenzione in Europa. Secondo fonti di mercato, INEOS ha avuto un problema al compressore del cracker a Rafnes in Norvegia a inizio settimana. Il cracker ha una capacità di etilene pari a 560,000 ton/anno e alimenta l’unità di LDPE della società. Inoltre, la società della Slovacchia Slovnaft ha fermato il complesso petrolchimico di Bratislava per manutenzione. Secondo fonti di mercato, il fermo dovrebbe durare fino a fine novembre. Il cracker ha una capacità di etilene pari a 220,000 ton/anno.

Ora che i costi della nafta e dell’etilene sono saliti in Europa, i player stanno discutendo del possibile impatto della riduzione della disponibilità di etilene nel mercato del PE. Un trasformatore in Italia ha commentato “Crediamo che potrebbero esserci degli aumenti a novembre, a causa dell’offerta corta di monomero a seguito dell’esplosione”. Prima delle recenti notizie, i prezzi del PE avevano seguito un trend da stabile a in calo nonostante il contratto dell’etilene per ottobre fosse stato chiuso in rialzo, in quanto diversi buyer non hanno fatto pre-acquisti considerate le attese ribassiste per novembre.
Prova Gratuita