Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, domanda debole pesa su PP nonostante interruzioni

  • 16/04/2018 (11:23)
In Europa, i tentativi iniziali di aumento dei venditori di PP per aprile hanno dimostrato di essere non attuabili a causa della domanda debole e dell’offerta sufficiente. Alcuni player regionali hanno riportato che le limitate giornate lavorative di aprile hanno controbilanciato le interruzioni di produzione in corso. Di conseguenza, le trattative di PP di aprile hanno iniziato ad essere concluse per lo più a rollover, mentre il sentimento per il resto del mese sembra essersi indebolito soprattutto a causa dello stato debole della domanda. I buyer si tengono alla larga dai nuovi acquisti perché si aspettano diminuzioni nei prossimi giorni.

Un distributore in Italia ha riportato, "Stiamo offrendo a rollover mentre il mercato è ancora calmo. Stiamo quindi negoziando con i nostri fornitori per una leggera diminuzione di €10/ton. Sembra che i prezzi siano troppo alti e che il mercato sia incapace di assorbire qualsiasi aumento".

Un altro distributore dal Belgio ha affermato che i buyer si aspettano di vedere qualche diminuzione nel corso del mese e ha aggiunto, "Potremmo essere più flessibili sui massimi dei range di prezzo in cambio di conferme d’ordine".

Un buyer in Italia ha commentato, "Ci aspettiamo leggere diminuzioni di prezzo nel corso del mese perché la domanda è debole mentre l’offerta è buona nonostante alcune interruzioni della produzione in tutta la regione. In più, il mese è corto a causa delle vacanze di Pasqua e anche il clima freddo ha contributo al ritardo dell’inizio dell’alta stagione".

Nei Paesi Bassi, invece, un distributore ha affermato che si aspetta che i prezzi siano rivisti in calo di €30-50/ton nel corso del mese.

Per il mercato a contratto, un produttore di packaging in Austria ha osservato, "Abbiamo ricevuto offerte con aumenti di €10/ton nel mercato a contratto, ma ci aspettiamo di pagare rollover entro la fine del mese a causa della domanda debole e l’offerta sufficiente. In più, i buyer di prodotti finiti sono abbastanza cauti negli acquisti e stanno ordinando solo sulla base delle loro esigenze".

Tuttavia, ci sono alcuni player che si aspettano che i prezzi restino ai livelli attuali se la domanda migliora in risposta ai prezzi del petrolio e della nafta in aumento. I player stanno monitorando i recenti aumenti del complesso energetico per vedere se si rifletteranno sul contratto del propilene nel prossimo mese.

Nonostante le attese di maggio non abbiano ancora preso una forma definitiva, i player concordano che il prossimo trend di PP dipenderà dallo stato della domanda.

"La domanda è migliorata dalla scorsa settimana perché i player stanno tornando attivi sul mercato dopo le ferie. Pensiamo che i prezzi resteranno ai livelli attuali fino alla fine del mese, mentre ci aspettiamo aumenti di €20-30/ton a maggio a causa del trend in rialzo in Asia e della scarsità di importazioni in Europa", ha dichiarato un rivenditore dall’Italia.
Prova Gratuita