Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, materie prime in aumento portano ad attese rialziste su monomeri di febbraio

  • 18/01/2018 (12:05)
In Europa le attese per i prossimi contratti dei monomeri sono concentrate per lo più su un aumento, a causa della corsa al rialzo del complesso energetico, in cui i future del petrolio Brent e i prezzi spot della nafta hanno di recente raggiunto i massimi degli ultimi tre anni.

Come mostra il grafico che segue, creato grazie al Price Wizard di ChemOrbis, i future del Brent sono aumentati in modo costante da inizio dicembre dello scorso anno, toccando i livelli più alti visti da dicembre 2014. Anche i prezzi spot della nafta sono aumentati toccando i livelli più alti degli ultimi tre anni, secondo i dati.



Nei mercati delle materie prime, i player stanno esprimendo attese di aumento tra i €30/ton e i €50/ton per i contratti di etilene e propilene di febbraio. I fermi impianto programmati per alcuni cracker della regione stanno contribuendo alle attese rialziste.

Un distributore in Germania ha osservato "La domanda dovrebbe migliorare ulteriormente perché i prezzi della nafta sono aumentati e i future del petrolio Brent sono vicini alla soglia dei $70/bbl. Di conseguenza ci aspettiamo aumenti di €30-50/ton sui prossimi contratti di etilene e propilene.

La corsa al rialzo del complesso energetico ha già trovato riflesso nei mercati spot dei monomeri, in cui prezzi spot del propilene sono aumentati di €90/ton dalla prima metà di dicembre, mentre l’etilene è aumentato di €60/ton durante lo stesso periodo, secondo i dati medi settimanali del Price Wizard di ChemOrbis.

Intanto le attese rialziste per il contratto dello stirene monomero sono riportate tra i €30-50/ton e i €50-70/ton. Questo potrebbe derivare dall’attesa di vedere un intensificarsi dell’impatto dei fermi impianto delle unità di stirene a partire da febbraio. Inoltre alcuni player ritengono che febbraio vedrà forti aumenti per lo stirene, visto che il contratto di gennaio è stato siglato con un aumento inferiore alle attese.

Per seguire gli ultimi aggiornamenti sullo stato degli impianti, dei fermi impianto, dei riavvii e delle nuove capacità, consulta le Notizie di Produzione News (Riservato agli abbonati)

Un produttore del nord Europa ha riportato "I buyer di PS stanno accettando aumenti di €10/ton in linea con l’incremento del contratto dello stirene, perché le attese per il contratto dello stirene di febbraio indicano aumenti di €50-70/ton".

Secondo i dati del Price Wizard di ChemOrbis, i prezzi spot dello stirene hanno registrato aumenti cumulativi di $85/ton dalla fine di dicembre, sulla base della media settimanale.
Prova Gratuita