Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, mercati PE sotto pressione dall’offerta in crescita

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 17/01/2022 (11:52)
I prezzi del PE di gennaio sono emersi da rollover a diminuzioni in Europa. Anche se il ritardo degli arrivi dei carichi dagli USA ha supportato in parte i fornitori regionali, l’offerta in crescita per la migliore disponibilità delle importazioni e la domanda modesta hanno messo pressione soprattutto ai gradi di LDPE e HDPE.

Offerte dalle origini vicine vedono sconti

Anche se i prezzi per le origini europee sono rimaste per lo più a rollover, le origini non europee di PE sono emerse con diminuzioni mensili poiché i venditori hanno ceduto alla domanda calma e ai livelli dell’offerta in crescita. Le dinamiche deboli e l’emergere di offerte competitive dai paesi vicini hanno messo pressione sui produttori regionali.

Offerta cresce nonostante interruzioni alla produzione

In Europa, i fermi per manutenzioni o altri problemi di produzione non hanno avuto un impatto visibile finora. Diversi player hanno attribuito questa situazione al fatto che i produttori hanno accumulato scorte prima dei fermi impianto. Inoltre, le scorte sono in crescita poiché distributori e trasformatori hanno acquistato oltre le loro necessità nei mesi scorsi per minimizzare l’impatto dei problemi logistici.

Per quanto riguarda le notizie di produzione, Versalis ha chiuso l’impianto di LDPE di Ragusa, Italia, per una manutenzione programmata dal 10 gennaio al 28 febbraio mentre Dow ha dichiarato forza maggiore sulla produzione di PE dopo la chiusura del cracker di Terneuzen, Paesi Bassi.

Sentimento all’acquisto debole prevale dopo aumenti senza sosta

Le precedenti attività di rifornimento e gli effetti della pausa natalizia hanno mantenuto la domanda bassa. Oltre a ciò, i buyer di PE in Europa sono stati sopraffatti dai forti aumenti delle materie prime e dai costi in salita dell’energia.

I costi energetici in salita potrebbero giocare un nuovo brutto colpo alle società di derivati che preferirebbero abbassare i tassi di utilizzo per alleviarne gli effetti. Questo potrebbe far crescere l’export di prodotti finite verso l’Europa nel lungo termine, secondo alcuni player.

PE dagli USA in calo rispetto alle origini europee
A differenza degli ultimi mesi, le offerte del PE dagli USA sono competitive rispetto alle origini europee. I prezzi dagli USA sono leggermente inferiori ai range spot dell’Italia, a €1730-1750/ton DDP, 60 gg per LDPE film. L’HDPE film dagli USA con consegna a marzo è stato offerto a €1500/ton.

Omicron sembra diventare la variante dominante e questo si aggiunge alle difficoltà logistiche per la mancanza di autisti, la manodopera ridotta e le operazioni ridotte nei porti. Le operazioni logistiche arretrate hanno ridotto le importazioni dagli USA e l’arrivo di questi carichi è stato posticipato molte volte. Anche se le sfide logistiche sono destinate a durare, altri carichi di PE dagli USA sono attesi in Europa a febbraio.

Europa continua ad attirare gli importatori

Con l’Europa che offre i netback più interessanti, è ovvio che gli importatori saranno motivati a vendere a questo mercato. I prezzi spot dell’LDPE in Italia e Nord Europa restano ai massimi di sempre, anche se sono scesi dal loro picco qualche mese fa, come mostra il Price Index di ChemOrbis.

I prezzi di PE in Europa hanno un premio massiccio sugli altri mercati globali poiché i mercati regionali sono rimasti isolati a causa dei problemi logistici.

Come si può vedere dal grafico che segue, i prezzi di LDPE film nel mercato locale dell’Italia hanno un ampio premio sugli altri mercati. I prezzi di importazione dell’LDPE in Cina, SEA e Turchia sono su base CIF, cash e non includono dazi doganali o costi di trasporto interni. L’Italia ha tradizionalmente un premio sugli altri mercati perché i prezzi locali di LDPE sono per carichi in pronta consegna e includono tutti i dazi se applicabili, oltre che i costi di consegna agli impianti dei buyer.

FD – Italy –LDPE– China –SEA–Turkey

L’equivalente in USD dei prezzi spot di LDPE film in Italia supera di $615/ton il Sudest Asiatico, di $680/ton la Cina e di $595/ton la Turchia, secondo il Price Index di ChemOrbis.

Febbraio suggerisce cali

I player ritengono che le trattative di PE di gennaio saranno chiuse con diminuzioni mensili, considerando le scorte buone dei buyer e dei venditori. Alcuni venditori nel canale della distribuzione sono pronti a ridurre le scorte. L’emergere di offerte più competitive da origini non europee e l’atteso arrivo dei carichi di importazione offrono un outlook debole per febbraio.

LLDPE C4 film potrebbe resistere poiché l’mLL C6 corto spinge la domanda

A differenza di LDPE and HDPE, i prezzi dell’LLDPE C4 film non sembrano essere sotto un’evidente pressione a causa della domanda in crescita dai buyer di mLLDPE C6. L’offerta corta ha obbligato i buyer a passare all’LLDPE C4 film, facendo salire i prezzi.
Prova Gratuita
Login