Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Europa, origini extraeuropee competitive nei mercati di PE, PET, PS

  • 17/10/2017 (11:10)
In Europa di recente le offerte extraeuropee sono state riportate ben al di sotto dei range locali nei mercati di PE, PET e PS, esercitando una pressione ribassista sui livelli locali. Questi tre mercati sono già sotto pressione per il calo della domanda, poiché i buyer stanno evitando di tenere le scorte alte in vista della fine dell’anno, considerando la mancanza di preoccupazione per quanto riguarda l’offerta.

Nel mercato del PE, i target iniziali di aumento dei venditori europei sono diminuiti di €10-20/ton a €20-30/ton a causa del bilanciamento tra domanda e offerta. La domanda debole è stata riportata come in linea con l’offerta buona. L’abbondanza delle offerte di importazione competitive sta pesando sul sentimento, contribuendo alle attese di un trend da stabile a in calo per novembre, secondo molti player.

L’LDPE dall’Iran è stato commercializzato su base DDP con tutti i costi inclusi, con prezzi di €50/ton inferiori rispetto al minimo del range dell’LDPE europeo, mentre una trattativa di LLDPE è stata riportata a un livello inferiore di €30/ton rispetto al mercato locale.

I buyer di PET intanto hanno scorte sufficienti grazie all’attività di rifornimento durante la salita dei prezzi, in concomitanza con il trend rialzista a livello globale e con i problemi di offerta nella regione. Anche se alcuni venditori si erano avvicinati al mercato con un rollover, hanno poi concesso degli sconti per la domanda in calo in linea con la stagione.

Le materie prime del PET in Asia sono diminuite prima rispetto all’Europa, portando a un calo nel mercato cinese del PET. Le offerte di importazione per materiale coreano e cinese sono inferiori di €50/ton rispetto alle offerte europee, considerando tutti i costi inclusi.

Un buyer ha deciso di acquistare dal mercato dell’import grazie ai livelli competitivi. Ha poi aggiunto "La domanda è stata buona fino a settembre, ma adesso sta rallentando. Anche se l’outlook è incerto per l’Europa, ci aspettiamo delle diminuzioni perché il PET cinese è in calo".

Per quanto riguarda il PS, anche in questo caso le offerte di importazione prevalgono sul mercato con livelli competitivi, mentre l’offerta è abbondante. I prezzi extraeuropei dell’HIPS sono decisamente competitivi rispetto alle offerte locali, perché inferiori di €60-70/ton rispetto al minimo dei range locali, con tutti i costi inclusi.

Un buyer in Italia ha pagato diminuzioni di circa €90-100/ton sulle trattative di PS per ottobre e ha osservato "Questo mese sono disponibili più offerte e abbiamo ricevuto più chiamate da parte dei venditori. È chiaro che hanno pressione dalle scorte". L’esistenza dei carichi di importazione a prezzi competitivi si aggiunge all’offerta buona per il PS.

Il mercato europeo del PS ha visto un cambiamento del trend a ottobre, mentre le prime attese per novembre suggeriscono ancora un trend in ribasso, considerando le diminuzioni dei prezzi spot dello stirene, la domanda debole e l’offerta buona.

Tuttavia alcuni buyer sono cauti con gli acquisti di importazione, considerando le attese ribassiste e i lunghi tempi di consegna. Un produttore di packaging per alimenti in Italia ha affermato "Stiamo valutando i prezzi di importazione solo per gli acquisti di dicembre, perché l’outlook del PS è già debole".
Prova Gratuita