Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, outlook PET in calo dopo cinque mesi di aumenti

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 27/03/2017 (17:03)
In Europa le trattative di PET di marzo sono state chiuse con aumenti di €10-30/ton su febbraio dopo che le richieste iniziali di aumento fino a €40/ton sono state riviste in calo per l’atteggiamento di cautela dei buyer. L’outlook di aprile è invece ribassista, in linea con le attese di diminuzione dei contratti dei monomeri. Il mercato del PET dovrebbe quindi diminuire per la prima volta dopo essere aumentato in modo costante da metà ottobre, come si può vedere dal grafico con il Price Wizard di ChemOrbis.

Questi aumenti hanno spinto i prezzi di PET in Europa ai massimi degli ultimi ventidue mesi, in parte a causa dell’aumento della domanda di PET per i drastici aumenti nel mercato di PS, che hanno spinto i trasformatori a non rifornirsi più di PS, spingendoli a cercare prodotti alternativi come PP e PET. Anche le importazioni limitate e i costi dei feedstock in salita hanno aperto la strada agli aumenti nel mercato del PET.



Fonte: ChemOrbis Prize Wizard

Tuttavia i buyer sono rimasti inattivi dopo essersi assicurati le loro necessità nelle ultime settimane. Il sentimento ribassista in Asia ha fatto sì che le importazioni diventassero più competitive e un distributore ha commentato "Ci aspettiamo di vedere più materiale dalla Cina nel mercato europeo nel medio termine".

Un buyer in Italia ha commentato "Abbiamo evitato di acquistare da fonti europee perché sono ancora in rialzo di €30/ton. Abbiamo inoltre notato che le offerte di importazione stanno diminuendo. Abbiamo acquistato PET dalla Turchia a €1040-1050/ton DDP, 60 gg e abbiamo concluso una trattativa per PET dall’Oman a €1020-1030/ton con gli stessi termini. Ci saranno offerte più competitive nei prossimi giorni".

I mercato delle materie prime stanno contribuendo alle attese ribassiste per aprile, poiché MEG e PX dovrebbero chiudere in calo a causa delle recenti diminuzioni nel mercato spot, anche se lo stato della domanda dovrebbe tenere sotto controllo l’entità delle diminuzioni.

Anche se i player concordano sulla pressione da parte delle importazioni competitive e dei costi in calo, ci sono anche attese di un incremento della domanda da parte del settore del beverage in linea con l’alta stagione, che potrebbe mettere un freno alle attese diminuzioni, secondo alcuni player.
Prova Gratuita
Login