Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Europa, produttori PVC chiedono l’intero aumento dell’etilene

  • 07/04/2016 (11:16)
In Europa, i produttori di PVC avevano concesso sconti sui prezzi del PVC nel mese di marzo, nonostante il trend rialzista globale, ma sembrano aver cambiato il loro atteggiamento per questo mese. I produttori nella regione stanno cercando di ottenere l’intero aumento del contratto dell’etilene sulle trattative del PVC di aprile, sebbene solitamente riflettano metà dell’incremento del monomero, a causa dell’impatto limitato sui costi di feedstock del PVC.

La maggior parte dei produttori, citando l’offerta limitata, sembra ferma sulle richieste di aumento, ma i buyer non accetteranno questi incrementi facilmente. Diversi buyer hanno infatti affermato che cercheranno di pagare al massimo la metà del rialzo del contratto dell’etilene.

Un produttore del nord Europa, che aveva inizialmente annunciato aumenti di €60/ton sui GA del PVC di aprile, ha osservato “Miriamo a riflettere l’intero aumento dell’etilene sui prezzi di aprile, per recuperare i margini che abbiamo perso il mese scorso. Inoltre, la domanda complessiva è stata buona nel primo trimestre e ci aspettiamo che l’interesse all’acquisto migliori ulteriormente ad aprile. In aggiunta, i livelli del mercato delle importazioni non sono molto competitivi rispetto ai nostri prezzi, e l’offerta complessiva è corta. Questa situazione dovrebbe supportare le nostre richieste di aumento”.

Per seguire gli sviluppi settimanali nel mercato del PVC dell’Italia, cliccare Analisi Settimanale PVC Italia (Riservato agli abbonati)

Un altro venditore del nord Europa, che sta cercando aumenti di €60/ton sui prezzi di aprile ha affermato “L’offerta di PVC sta diminuendo a livello globale, a causa dei fermi impianti programmati e non. Intanto, la domanda sta migliorando. Abbiamo quindi intenzione di riflettere l’intero aumento dell’etilene sui nostri prezzi”.

Un produttore che opera nell’est Europa ha osservato “Miriamo ad ottenere aumenti di €60-70/ton sui prezzi del PVC di aprile, per recuperare i margini. Tuttavia, i nostri clienti devono ancora accettare i nuovi livelli. Rimarremo fermi sui livelli di offerta fino alla fine di questa settimana e osserveremo il mercato per vedere se dovremo rivedere i nostri prezzi oppure no. Abbiamo sentito che un altro produttore dell’est Europa ha già esaurito le quote di aprile con aumenti di €35/ton su marzo”.

Un produttore del sud Europa ha annunciato aumenti di €45/ton sulle offerte di PVC di aprile, ma ha aggiunto che i buyer stanno mostrando resistenza ai nuovi prezzi, in attesa di vedere su che livello verranno chiuse le trattative.

Un produttore di tubi in PVC che opera in Germania ha confermato di aver ricevuto richieste di aumento pari a €60/ton per aprile, ma ha aggiunto che è disposto a pagare al massimo incrementi di €30-40/ton. Il trasformatore ha aggiunto “I produttori stanno cercando di recuperare i margini persi in precedenza, ma questi aumenti non sono giustificati, in quanto la domanda complessiva non è forte. Infatti, crediamo che la domanda per il PVC sia stata calma per la maggior parte del primo trimestre”.

Per seguire gli sviluppi settimanali nel mercato del PVC del Nord Europa, cliccare Analisi Settimanale PVC Nord Europa (Riservato agli abbonati)

Un trader in Germania ha sottolineato “I nostri fornitori di PVC dell’est e del nord Europa stanno cercando aumenti di €50-60/ton, ma è troppo presto per ricevere dei feedback da parte dei nostri clienti. Crediamo però che gli incrementi di aprile verranno accettati perché i prezzi di importazione sono troppo alti”.

Secondo i player nella regione, anche i prezzi iniziali del PVC di importazione dal Messico per aprile sono saliti di €60/ton su marzo.
Prova Gratuita