Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Europa, produttori petrolchimici annunciano risultati finanziari 1° trimestre

  • 30/04/2018 (10:41)
I principali produttori europei hanno annunciato i loro risultati finanziari per i primi tre mesi dell’anno. L’aumento dei guadagni nella maggior parte dei business delle materie prime delle società è stato per lo più attribuito al rialzo dei prezzi del petrolio e del gas, mentre molti produttori hanno riportato un calo dei margini nei settori dei derivati a causa del rimbalzo dei prezzi del petrolio.

LyondellBasell ha annunciato un aumento del 54% sull’utile netto per il primo trimestre del 2018 da $797 milioni a $1.2 miliardi, mentre l’EBITDA della società è aumentato del 19% sull’anno a $1.9 miliardi. Il settore Olefine e Poliolefine Americhe di LyondellBasell è aumentato del 13% nel periodo gennaio-marzo a $651 milioni, mentre il settore Olefine e Poliolefine - Europa, Asia, International (O&P-EAI) è diminuito del 7% dallo scorso anno a $373 milioni.

Il totale dell’utile netto rettificato ha registrato una crescita del 13% rispetto a un anno fa e ha raggiunto $2.9 miliardi, mentre il reddito operativo netto nei settori della raffinazione e della chimica è diminuito del 30% a $720 milioni nello stesso periodo, in particolare a causa di un aumento nei prezzi del petrolio e di un calo nella domanda stagionale.

Rispetto al primo trimestre del 2017, l’utile netto di Shell è aumentato del 42% a $5.322 miliardi a causa di un aumento dei costi delle materie prime. I guadagni dei derivati della società sono stati influenzati dal calo dei contributi delle attività di trading, dagli effetti negativi del tasso di cambio, dalle condizioni deboli dell’industria della raffinazione e sono diminuiti del 30% a $1.806 miliardi nel primo trimestre. Anche i guadagni nel settore chimico sono diminuiti del 18%, soprattutto a causa dell’aumento dei costi operativi e si sono attestati a $685 milioni. D’altro canto, la disponibilità degli impianti di produzione di chimici è aumentata del 94% dal 93% del 2017 nello stesso trimestre a causa di un calo delle manutenzioni programmate.

INOVYN Limited ha riportato il suo secondo migliore risultato trimestrale di EBITDA durante il primo trimestre del 2018 a €188 milioni. La società ha attribuito questo forte risultato finanziario all’aumento dei prezzi della soda caustica, mentre il totale dei volumi di vendita di tutti i prodotti è diminuito rispetto al 2017 nello stesso periodo a causa dei volumi di soda caustica in calo e della diminuzione dei margini di PVC.

Gli utili del gruppo petrolchimico e di raffinazione Unipetrol (Repubblica Ceca) sono diminuiti del 9% su una base annua e si sono attestati a CZK27.2 miliardi nei primi tre mesi dell’anno. L’EBITDA della società è diminuito del 59% a CZK 1.5 miliardi e l’utile netto ha raggiunto CZK322 milioni, con una diminuzione significativa dell’89% a causa dello scenario macroeconomico debole alla luce dell’aumento dei prezzi del petrolio, del calo nei margini nei settori sia della raffinazione che dei petrolchimici.

Nel primo trimestre del 2018, il settore della vendita al dettaglio di PKN Orlen ha registrato un massimo storico di EBITDA su base LIFO a PLN464 milioni, con un aumento dell’11% sull’anno dei volumi di vendita e dell’espansione in tutti i mercati. Anche l’EBITDA del settore dei derivati della società è aumentato dell’8% sull’anno e ha raggiunto PLN1.5 miliardi a causa delle raffinerie operanti a pieni ritmi.
Prova Gratuita