Skip to content

Opzioni Filtro
Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
 

Europa, venditori PS otterranno aumenti modesti a gennaio?

  • 08/01/2016 (11:42)
I player in Europa stanno tornando gradualmente sul mercato dopo le festività di fine anno e una festività nazionale celebrata il 6 gennaio. Sebbene i trasformatori di polistirene debbano ancora riprendere completamente la loro attività, dato che alcune società hanno chiuso gli uffici durante il periodo di pausa, hanno iniziato ad emergere nuove richieste di prezzo. Con le loro offerte iniziali per gennaio, i venditori sembrano opporsi alla chiusura in calo del contratto del monomero.

Anche prima che il contratto del monomero venisse chiuso per gennaio, le attese erano centrate su rollover, a causa dei problemi di offerta per il PS. Finora, le nuove offerte nella regione sono emerse da rollover a in aumento di €10-20/ton. I venditori hanno citato i problemi di disponibilità in Europa come ragione principale per il loro atteggiamento rialzista. Tuttavia, i buyer credono che il calo dei contratti del butadiene e dello stirene potrebbe gettare un ombra su questi target di aumento, e sostengono che potrebbero essere ottenibili dei rollover nell’ultima parte del mese.

Il contratto del benzene di gennaio è stato chiuso in calo di €19/ton su dicembre alla fine del mese scorso, prima che lo stirene chiudesse con una diminuzione di €20/ton sul mese. I future del petrolio ICE Brent sono scesi di circa $3/bbl dall’inizio di gennaio, con i prezzi che hanno toccato i $32/bbl a metà’ settimana, prima di riguadagnare parte del terreno preso nelle sessioni infragiornaliere nella giornata di giovedì.

Un produttore di PS del nord Europa cerca aumenti di €20/ton su dicembre in Italia e in Turchia. Un trader in Turchia ha commentato “I venditori europei sono supportati dall’offerta corta. Tuttavia, i future del petrolio Brent hanno registrato delle perdite durante la settimana, prima di riguadagnare parte del terreno perso negli ultimi giorni, e i mercati del petrolio sono volatili a causa delle preoccupazioni politiche. I buyer in Turchia non sembrano aver fretta di rifornire le scorte subito dopo la fine delle festività, in quanto vogliono tenere sotto controllo il mercato delle materie prime”.

In Italia, un distributore ha riportato le sue idee di vendita per i carichi di PS dal sud Europa a rollover, mentre ha affermato di aver applicato piccoli aumenti per il materiale dal nord Europa verso la fine di questa settimana. Il distributore ha affermato “Ci aspettiamo di vedere un trend per lo più stabile questo mese, considerato il leggero calo del contratto dello stirene”. Un trasformatore di prodotti usa e getta ha commentato “Riprenderemo la produzione la prossima settimana. Abbiamo iniziato a fare richieste di prezzo, e le offerte nel mercato sono per ora limitate. Sebbene i fornitori europei mirino a piccoli aumenti per i prezzi iniziali di gennaio, potrebbero concedere rollover a fine mese, a causa della pressione subita dai costi”.

Un buyer in Belgio ha annunciato le sue idee di vendita a rollover per i carichi di PS dal nord Europa dopo aver chiuso le vendite di dicembre con aumenti di €50/ton. Il buyer ha riportato “L’attività di trading è per ora limitata, e siamo appena tornati sul mercato dopo che il nostro impianto è stato fermo per due settimane. I venditori potrebbero chiedere rollover, considerata l’offerta corta e i costi dei monomeri in calo, mentre qualsiasi aumento di prezzo potrebbe essere posticipato a febbraio-marzo”.

In Germania, un compoundatore ha riportato che l’attività è calma per questa settimana, affermando che la maggior parte dei buyer riprenderà le operazioni dall’11 gennaio. Il buyer ha riferito di aver ricevuto offerte in leggero aumento dai suoi fornitori del nord Europa, mentre continuerà a fare richieste di prezzo prima di acquistare materiale.
Prova Gratuita