Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Eurozona, PMI manifatturiero in calo a gennaio

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 01/02/2016 (16:58)
Secondo l’indice finale dei manager degli acquisti (PMI) redatto da Markit Economics, la crescita delle attività manifatturiere nell’Eurozona è scesa a una lettura di 52.3 punti a gennaio da 53.2 punti a dicembre. La lettura di gennaio è in linea con le attese iniziali. Qualsiasi lettura superiore a 50 indica un’espansione, mentre ogni lettura inferiore a 50 indica una contrazione.

Il calo degli ordini e delle esportazioni è stato citato come la ragione per la diminuzione del PMI, mentre l’attività ridotta a livello mondiale, il calo dei prezzi del petrolio e il rallentamento dell’economia della Cina continuano ad esercitare una pressione ribassista sui mercati globali. L’ultimo indice mostra inoltre che l’indice di produzione è sceso a 53.4 da 54.5 a dicembre.

Nella regione, il PMI del manifatturiero in Italia è diminuito a una lettura di 53.2 a gennaio rispetto a una lettura di 55.6 a dicembre, mentre le attese iniziali erano di 55. Il PMI del manifatturiero in Germania ha battuto le stime degli economisti di 52.1, salendo a 52.3 punti a gennaio. Intanto, il PMI della Francia è rimasto stabile sul livello di dicembre, pari a 50.

La scorsa settimana, l’indice composito dei manager degli acquisti (PMI) redatto da Markit Economics aveva mostrato che l’attività dei settori dei servizi e del manifatturiero nell’Eurozona è scesa a una lettura di 53.5 a gennaio da 54.3 a dicembre.
Prova Gratuita
Login