Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

FMI taglia previsioni di crescita per 2015-2016

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 21/01/2015 (15:34)
Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha ridotto le previsioni di crescita dell’economia globale per il 2015 e 2016 il 20 gennaio, secondo fonti dei media. il FMI ha ridotto le previsioni di crescita al 3.5% quest’anno e al 3.7% per il 2016, rispetto alle stime precedenti, rispettivamente del 3.8% e 4%.

Secondo il FMI, i prezzi del petrolio in calo hanno supportato le economie dei paesi, soprattutto di quelli che importano petrolio, ma a causa di altri fattori come i minori investimenti, hanno abbassato le previsioni di crescita della maggior parte delle economie mondiali. Il FMI ha abbassato le previsioni per l’Eurozona all’1.2% dall’1.4% quest’anno e all’1.4% dall’1.7% per il 2016, affermando che la ripresa continuerà, ma a un ritmo più lento. Per il Regno Unito, il FMI ha lasciato le previsioni di crescita invariate al 2.7% per il 2015 e leggermente in calo, al 2.4%, per il 2016.

Inoltre il FMI prevede che l’economia cinese rallenterà al 6.8% quest’anno e al 6.3% nel 2016. L’economia del paese è rallentata al livello minimo degli ultimi 24 anni, a un tasso del 7.4%, a causa della flessione del manifatturiero e del commercio, oltre che per i prezzi in calo nel settore immobiliare. Il FMI ha abbassato notevolmente anche le previsioni di crescita della Russia, al 3% quest’anno e all’1% per l’anno prossimo, a causa delle notevoli diminuzioni dei prezzi del petrolio e delle sanzioni dell’Occidente, derivate dalle azioni della Russia contro l’Ucraina.

Per la Nigeria, il maggiore produttore di petrolio dell’Africa, il FMI prevede una crescita del 4.8% per il 2015, in calo del 2.5% rispetto al tasso di crescita stimato per il paese, tuttavia le ultime cifre presentano ancora una forte crescita. Il petrolio costituisce circa il 15% dell’economia nazionale e i prezzi in calo del petrolio hanno fatto abbassare le previsioni di crescita da parte del FMI.

Tuttavia il FMI ha aumentato le stime di crescita per gli USA e le altre economie avanzate. Secondo il FMI, l’economia statunitense crescerà del 3.6% quest’anno e del 3.3% nel 2016, in crescita rispettivamente dello 0.5% e dello 0.3%, rispetto alle precedenti previsioni riportate a ottobre.
Prova Gratuita
Login